“Maradò. Viaggio emozionale nella Napoli di Maradona”, il libro di Anna Copertino presentato a Casa Mehari

0
915 Visite

Venerdì 31 marzo (ore 18) si terrà nel bene confiscato Casa Mehari in via Nicotera n. 8 a Quarto, la presentazione del libro “Maradò. Viaggio emozionale nella Napoli di Maradona” di Anna Copertino. Con l’autrice intervengono il sindaco di Quarto Antonio Sabino, il vice sindaco Raffaella de Vivo, il presidente di Confartigianato Napoli Enrico Inferrera e i giornalisti Massimiliano Bonardi, Bruno Marra, Renato Votta e Giovanni Copertino. Interviene il cantautore Lino Blandizzi che canterà la “Mano de Dios” di Rodrigo. Il libro è edito da Homo Scrivens. Ingresso libero.

Maradò è l’urlo infinito e liberatorio di un popolo di adepti, di persone semplici, talvolta invisibili che dal D10S hanno ricevuto riscatto, dignità e un’energia salvifica. La grandezza di Maradona non si chiude nella sfera sportiva, la sua è una potenza ecumenica che ha avuto un impatto inarrivabile. Esiste il Maradona che vive sulle pagine patinate e nei quadri più preziosi di collezionisti elitari. E poi esiste il Maradò che riverbera nelle preghiere delle baracche, nell’utopia che diventa possibilità, nel sogno che si trasforma in realtà. In questo libro ci sono le testimonianze di chi Maradona lo ha conosciuto, come sportivi e giornalisti, che ne svelano aneddoti inediti e suggestivi. Ma c’è anche la voce del popolo, del “Pueblo”, per cui viveva e ardeva Diego, e che improvvisamente ha scoperto la strada di un Paradiso nascosto e da sempre proibito. Fino al giorno in cui qualcuno ha intonato: “Maradò, Maradò”!

L’ingresso alla rassegna letteraria “Quarto Città dei libri” è gratuito. I libri presentati saranno donati alla Biblioteca di Casa Mehari, uno dei progetti dell’associazione temporanea di scopo a cui è affidato il bene. L’a.t.s. è composta dall’associazione di volontariato “La Bottega dei Semplici Pensieri” (capofila), la cooperativa “La Quercia Rossa”, l’associazione culturale “Artemide” e l’associazione di promozione sociale “Dialogos”.

Per gli eventi che si svolgono a Casa Mehari è attivo il bar interno gestito dalla Cooperativa Sociale “La Quercia Rossa”. Non è consentito il parcheggio all’interno del complesso e nelle strade intorno alla villa; pertanto è necessario parcheggiare lungo via Pozzillo raggiungere a piedi, in due minuti, Casa Mehari.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews

  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti