Marano, maxi sequestro al re del contrabbando Rocco Cafiero

0
3.969 Visite

Il Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Napoli ha
proceduto, su disposizione della Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Napoli, al sequestro, tra Marano di Napoli e San Remo (Imperia), di un ingente patrimonio del valore di oltre 2 milioni di euro riconducibile ad uno storico contrabbandiere di sigarette.
Le Fiamme Gialle hanno acquisito al patrimonio dello Stato 3 immobili, oltre a beni mobili di lusso e disponibilità finanziarie, riconducibili al napoletano CAFIERO Rocco detto “O’ Capriariello”, condannato nel 1987 dalla Corte di Appello di Bologna per contrabbando di tabacchi lavorati esteri, nel 1988 dalla Corte di Appello di Palermo per associazione per delinquere e per associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti e nel
1993 dal Tribunale di Roma per contrabbando.

Il provvedimento ablativo è stato emesso a seguito della sentenza di condanna per associazione per delinquere finalizzata al contrabbando di sigarette a carico del “proposto” e scaturisce dagli accertamenti economico-patrimoniali effettuati dagli specialisti delle
Fiamme Gialle partenopee. Infatti, il monitoraggio effettuato dal G.I.C.O. di Napoli ai sensi del Codice Antimafia ha fatto emergere, grazie ai riscontri sviluppati anche attraverso l’utilizzo delle banche dati in uso al Corpo, una marcata sproporzione tra le fonti di reddito lecite di cui il soggetto disponeva ufficialmente e il patrimonio di beni mobili e immobili di
rilevante valore negli anni accumulato.

Nel 2005 un altro sequestro.

Beni mobili ed immobili per un valore complessivo di 1,5 milioni di euro sono stati sequestrati dagli uomini della Guardia di finanza ad un esponente del mondo del contrabbando di sigarette. I beni erano nella disponibilita’ di Rocco Cafiero, un uomo che nel periodo dalla fine degli anni Novanta gli inizi del 2000 aveva la funzione di collettore di tutti i proventi del traffico di sigarette controllato dai fratelli Grieco, arrestati assieme ad altre 40 persone nel mese di dicembre 2003. I finanzieri hanno sequestrato una villa, denaro contante per circa 140 mila euro, 47 assegni postdatati per un valore di 451 mila euro, due autovetture, una moto, 6 pellicce e 2 orologi. Secondo quanto accertato nel corso delle indagini, i fratelli Grieco sovrintendevano al traffico di sigarette dal Montenegro e dalla Grecia verso la Campania e verso la Gran Bretagna; Cafiero si adoperava, poi, per il trasferimento del denaro in Svizzera e per i pagamenti ai fornitori.

 

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03