Marano, cemento, cemento e cemento. Compromessi a iosa sui terreni, l’anima nera della politica è sempre più attiva. I lottizzatori si sono risvegliati e i consiglieri dormono…

0
2.153 Visite

Non solo piani di lottizzazioni e cooperative in fermento. Il caso C17, le richieste della cooperativa Sant’Antonio, l’ennesimo ricorso al Tar, la questione dello scorporo delle particelle per costruire al di fuori della lottizzazione. A Marano si muove tanto altro: dalla C14, stracchiacchierata lottizzazione alle spalle del cimitero, in odor di molte cose, non tutte positive, ma anche il gran fermento di imprenditori vicini alla politica, anche quella attualmente egemone sul territorio, per acquistare terreni. Lo scrivemmo mesi fa: c’è un soggetto che sta in mezzo a tante situazioni. Ed è un soggetto stranoto al territorio, molto affine alla politica locale. Compromessi sul terreni per costruire prima del varo del nuovo Puc o da inserire nel nuovo Puc con particolari finalità. Terre ai costruttori in cambio di soldi o case quando si riuscirà a costruire. Per ora fioriscono anche distributori di carburanti e tra poco – nella zona di San Rocco-Castel Belvedere – spunterà un’altra bella pompa con annessa catena per il food. Un sogno che soggetti borderline già coltivavano nel centro di Marano.

A Marano, città in cui è in itinere il nuovo Puc (acronimo di piano urbanistico comunale), ci sono svariati proprietari terrieri che stanno siglando compromessi per cedere i loro appezzamenti. Terre ai costruttori o a soggetti a loro riconducibili in cambio di soldi e future case se e quando chi costruirà riuscirà a farlo. Tra poco tutto sarà chiaro, tranne a molti “inzallanuti” che siedono nel consiglio comunale e che fanno finta di non capire o che non riescono ad acchiappare mezza farfalla. Non li fanno contare, non sanno nulla di nulla. Intanto notai del territorio e non sono in grande fermento. Il ballo del mattone è ripartito, ma non più con le modalità degli anni Ottanta e Novanta.

 

© Copyright Fernando Bocchetti, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti