Italia-Croazia, dentro Darmian, fuori Dimarco. Ci giochiamo tutto a Lipsia

0
470 Visite

Oggi l’Italia sbarca a Lipsia, dove Napoleone subì una sconfitta decisiva per il suo tramonto storico. Non pensiamoci, calcisticamente continuiamo a essere noi i regnanti d‘Europa, anche se Gelsenkirchen sembrava Waterloo. Il generale Spalletti in questi giorni ha cercato di medicare le ferite e risollevare il morale della truppa in vista della prossima battaglia, contro la Croazia, decisiva per gli ottavi. Domani. Operazione psicologica non facile perché la travolgente vittoria della Spagna ha sfregiato profondamente l’autostima di una Nazionale in formazione che, in un anno di vita, non ha mai battuto un avversario di ranking superiore. Nella hit Fifa ci precede anche la Croazia, tra l’altro. Gli azzurri hanno serrato le fila e si sono stretti attorno al loro generale. Assicurava ieri Lorenzo Pellegrini: “Siamo tutti al 200% con Spalletti”. Quando c’è bisogno di specificarlo, non è mai un buon segno. Comunque, domani, alla Red Bull Arena di Lipsia, auguriamoci di vedere un’Italia carica di ottimismo e di rabbia buona da scaricare in campo per battere la Croazia. Ci basta anche un pareggio per passare, ma è meglio non pensarci. Sarà un’Italia diversa da quella di Gelsenkirchen. Per provare a rialzarla, Spalletti ha dovuto ritoccarla.

La sostituzione di Dimarco è obbligata, purtroppo. Contro la Spagna, il terzino dell’Inter ha riportato una contusione al polpaccio destro. Ieri non si è allenato, solo palestra. Improbabile il recupero. Assenza dolorosa per la spinta, per la qualità tecnica in rifinitura e, soprattutto, per l’importanza nello scacchiere tattico di Spalletti. È lui che, sganciandosi, provoca lo slittamento della linea difensiva e l’impostazione a 3. Per caratteristiche tecniche e potenza di corsa, Cambiaso, che sa muoversi in campo con buon senso tattico, sarebbe il primo candidato alla sostituzione, ma lo juventino è entrato male contro la Spagna e non ha confermato i buoni test pre-Europeo. L’esperto Darmian, soldatino buono per ogni battaglia, offre più garanzie. La sua presenza ieri in conferenza stampa suonava come annuncio della titolarità. L’interista, in realtà, sembrava destinato a dare il cambio a Di Lorenzo, che ha visto le streghe contro il giovane Williams e ha mostrato una condizione psico-fisica preoccupante. Primo capro espiatorio di Gelsenkirchen, il terzino napoletano era annunciato in panchina a sistemarsi i sentimenti. L’infortunio di Dimarco ha giocato a suo favore, nel senso che al c.t. non garbava l’idea di modificare due quarti di difesa. Di Lorenzo, al di là dello stato di forma, garantisce continuità ed esperienza. La Croazia non ha scattisti alla Williams da quelle parti, anche se orbita Kramaric, l’attaccante migliore. Ieri Di Lorenzo ha lavorato in linea con Bastoni e Calafiori, da titolare. Confermare un giocatore che tutti vorrebbero fuori rientra nell’orgogliosa psicologia del c.t. Spalletti non getta a mare tanto facilmente il capitano dello scudetto.

La Uefa ha comunicato le designazioni arbitrali per l’ultimo turno deli gironi di qualificazione europea. Danny Makkelie dirigerà Croazia-Italia, gara valida per la terza e ultima giornata del gruppo B di Euro 2024 e in programma oggi 24 giugno, alle 21, al Leipzig Stadium di Lipsia. Match decisivo per entrambe le squadre che si giocano il secondo posto del girone. Con il fischietto olandese ci saranno i connazionali Hessel Steegstra e Jan de Vries, il quarto ufficiale di gara Serdar Gozubuyuk, il video assistant referee Rob Dieperink e i suoi collaboratori Pol Van Boekel e il tedesco Bastian Dakert. La Nazionale italiana, dopo aver giocato con la divisa bianca contro la Spagna a Gelsenkirchen, tornerà a vestire la maglia azzurra come accaduto nel match vinto contro l’Albania a Dortmund.

Ancora Italia in campo stavolta nel match tra Svizzera e Germania: sarà Daniele Orsato il ‘fischietto con gli assistenti Ciro Carbone e Alessandro Giallatini. Il fischio d’inzio alle 21 a Francoforte.   Insieme a loro ci saranno anche Marco Guida, che svolgerà le funzioni di IV ufficiale di gara, e in sala Var saranno inoltre presenti Massimiliano Irrati e Paolo Valeri.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti