Autonomia differenziata, Zaia: “Non è la secessione dei ricchi, aiuterà anche il Sud”

0
420 Visite

In un’intervista al quotidiano ‘Il Tempo’, Zaia ha definito l’autonomia “una pagina di storia non solo per la Lega, ma per l’Italia tutta, soprattutto per il Sud o meglio ancora per chi è vittima di disuguaglianze”.

Secondo il governatore veneto, il margine di crescita delle Regioni svantaggiate verrebbe premiato dall’efficienza garantita dall’autonomia. “Altro che secessione dei ricchi. Nessuno ha intenzione di rubare niente, né s’intende mirare all’unità nazionale”, ha affermato Zaia, respingendo le accuse di voler dividere il Paese.

Zaia ha inoltre sottolineato che, se in Italia ci si è trovati di fronte a un “Paese spesso a due velocità”, la colpa è da attribuire a “un eccessivo centralismo”. L’autonomia, prevista dalla Costituzione, rappresenterebbe quindi una sorta di “abito su misura” cucito sulle esigenze delle singole Regioni.

Il presidente veneto ha anche risposto alle critiche del governatore campano De Luca, ricordando che “non a caso è stato lo stesso De Luca, nel 2019, ad aver chiesto l’Autonomia”. Zaia ha infine respinto l’idea che l’autonomia sia frutto di uno scambio con il premierato di Giorgia Meloni, sottolineando che “stiamo parlando di un iter che va avanti da oltre un decennio e su cui abbiamo svolto ben tre referendum”.
© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti