Marano, ancora zero risposte della giunta Morra su tante vicende. Abusi edilizi, la “giostra” sembra essersi fermata dopo 3 anni di ottimo lavoro

0
1.297 Visite

Nessuna presa di posizione ufficiale (al momento) sugli abusi che non si possono sanare nell’area Pip; nulla, per ora, per i casi Galeota, Sant’Agostino, San Tommaso, strutture edilizie per le quali da anni si attendono le mosse del Comune in tema di riproposizione delle procedure amministrative, sgomberi, eventuali affidamenti a famiglie indigenti o presenti nelle apposite graduatorie; nulla sulla revoca dei beni confiscati affidati ad associazioni che non le utilizzano. Nulla si sa sullo stadio comunale, sequestrato e ancora off limits, nulla su alcune strade chiuse. E l’elenco potrebbe essere lunghissimo per una giunta che doveva cambiare Marano e che invece a stento riesce ad occuparsi dell’ordinario.

Ci aggiungiamo, per mero dato di cronaca, che ormai da qualche mese anche l’azione incessante, svolta fino a qualche mese fa sul tema degli abusi edilizi, sta facendo registrate passi all’indietro. Nel mese di ottobre una sola ordinanza di abbattimento per un manufatto abusivo di via Bachelet. La polizia municipale aveva lavorato benissimo fino a pochi mesi fa su questo versante, poi qualche spostamento interno di qualche agente, le difficoltà dell’ufficio tecnico comunale e chissà cosa altro evento hanno determinato un rallentamento, almeno a noi così sembra dai dati che leggiamo. Il comandante Ferrillo, sotto la gestione commissariale, aveva dato vita anche ad importanti operazioni per stanare esercizi commerciali titolari di tabelle abusive o allacciate illegalmente alla rete idrica. Tante buone cose, ma ora, per varie ragioni, anche imputabili alla mancanza di personale (che però mancava anche prima), la giostra sembra essersi fermata.

© Copyright Fernando Bocchetti, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti