Pozzuoli, bufera sul bando delle luminarie

0
503 Visite

Bufera in Comune sul bando per le luci al rione Terra. E’ nel mirino dell’opposizione.
Il gruppo ‘Pozzuoli Ora’: “Stiamo per spendere cinquantamila euro per noleggiare luci da installare a terra in una strada. Noi l’anno scorso con 50mila euro abbiamo comprato tutte le luci per illuminare l’intero rione”. Insomma secondo il consigliere comunale Riccardo Volpe qualcosa non ha funzionato.

E’ stato presentato il progetto in Città metropolitana per gli eventi natalizi. L’amministrazione chiede ventimila euro per il percorso pedonale luminoso. Altri 29mila euro li metterà il Comune. Totale: 49mila euro.
Ed è qui che Volpe non ci sta: “Un progetto di sette pagine per le luci di natale, per abbellire l’asfalto dall’8 al 31 dicembre. Saranno spesi 49mila euro per un impianto da noleggiare. Cioè sarà restituito. Mentre l’anno scorso noi abbiamo acquistato le luci per tutto il rione Terra per la cifra di 50mila euro. Quando parlo di mancata programmazione, dico questo”. Insomma, “si poteva fare meglio. Come spesso accade”.

E ancora: “A Bacoli persino Halloween è diventata un’occasione per fare eventi. L’amministrazione nostra, invece, che dovrebbe promuovere eventi per sostenere il commercio cittadino e le occasioni di socialità, soprattutto in questo periodo di recrudescenza del fenomeno del bradisismo, non è riuscita ad organizzare nulla”.

L’altro ieri anche il consigliere Paolo Ismeno ha chiesto di rilanciare l’attività al Municipio.

Intanto in queste ore il sindaco Luigi Manzoni (foto in alto) lavora al tavolo con il governo per il fenomeno del bradisismo: “Siamo e restiamo in allerta gialla. Lo ha detto anche il ministro Musumeci insieme ai rappresentanti dell’Ingv e lo ha confermato durante il nostro incontro alla Biblioteca Chigiana a Roma. Non ci sarà nessun passaggio in arancione, dobbiamo accelerare sul decreto e convivere con il fenomeno del bradisismo. Dobbiamo lavorare tutti per migliorare le attività di prevenzione, dobbiamo fare più esercitazioni e migliorare la comunicazione tra istituzioni e cittadini. Continueremo ad ascoltare con rispetto il mondo scientifico, non bisogna mai allarmarsi, occorre essere consapevoli”.

© Copyright Redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti