Marano-Palermo: in auto con 100 chili di hashish: arriva la sentenza definitiva, tre in carcere. Uno è un ex dipendente comunale

0
2.567 Visite

Sentenza divenuta definitiva e trasferimento in carcere per tre cittadini di Marano che un paio di anni fa furono arrestati in Sicilia. I tre furono trovati in possesso (all’interno di una Jaguar) di 100 chili di hashish. Uno dei tre condannati è Giuseppe Di Costanzo, 65 anni (nella foto), meglio noto come “Cerbacane”, in quel periodo ancora in servizio presso il municipio maranese. Gli altri due rispondono al nome di Giuseppe Di Fenza, 65 anni, e Ivan Rino Bonaccorsi, 40 anni. Di Costanzo deve scontare una pena a 3 anni e 10 mesi di reclusione; gli altri due a un anno e 2 mesi. Sono stati condotti nel carcere di Poggioreale.

Ad arrestarli furono gli agenti della Polizia di Palermo. L’attività di indagine consentì di individuare due autovetture, una Jaguar e una Land Rover freelander, in arrivo nel capoluogo siciliano. I poliziotti, piazzati sull’autostrada A20, in direzione Palermo, seguirono le due auto fino al loro arrivo in un parcheggio di pertinenza di un’abitazione isolata ed indipendente, in contrada Lanzarotte, nel comune di Bagheria. Non appena gli agenti fecero irruzione all’interno dell’immobile, i tre si diedero alla fuga per le campagne circostanti ma furono rintracciati e arrestati. Gli investigatori accertarono che Di Fenza era alla guida della Jaguar mentre gli altri due erano a bordo della Land Rover Freelander. Perquisite le due vetture, i poliziotti trovarono – all’interno della Jaguar dotata di un sistema di apertura comandata a distanza posto dietro i sedili posteriori, in un vano nascosto – circa 100 chili di hashish, suddivisa in confezioni di mezzo chilogrammo ciascuna.

 

© Copyright Fernando Bocchetti, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03