Marano, scuola: riprende l’attività in presenza, ma non tutti sono d’accordo. La lettera di un gruppo di genitori

0
2.117 Visite

LETTERA APERTA AI GENITORI RICORRENTI AL TAR.

Cari genitori, siamo anche noi genitori come voi. Abbiamo anche noi figli che frequentano la prima e la seconda media. Vi scriviamo, perché proprio non riusciamo a gioire come voi, di questa “vittoria”. Ci siamo sforzati di trovare un piccolo lato positivo, senza doppi sensi, ma non l’abbiamo trovato: restiamo perplessi di questa apertura forzata imposta dal TAR in virtù di un del vostro ricorso. Vedete, abbiamo avuto la pazienza di leggere tutta la sentenza, tra l’altro emanata online, 𝐢𝐧 𝐃𝐀𝐃 𝐢𝐧𝐬𝐨𝐦𝐦𝐚, sui motivi da voi addotti a supporto dell’apertura: benissimo, non c’è traccia di un vostro sentimento di protezione e di amore nei confronti dei vostri figli né tantomeno, un quantum di altruismo verso il prossimo.

Orbene, voi potreste rispondermi, non è forse amore e protezione chiedere di riaprire le scuole in presenza per garantire l’istruzione e la socialità perduta ai nostri figli? 𝐕𝐢 diamo 𝐮𝐧𝐚 𝐧𝐨𝐭𝐢𝐳𝐢𝐚: 𝐧𝐨, 𝐧𝐨𝐧 𝐥𝐨 𝐞̀. Non lo è perché in tutte le vostre pseudo motivazioni non c’è quella più importante, ovvero obbligare di riaprire le scuole, ma in vera sicurezza, almeno per la ripartenza. E non c’è nemmeno la richiesta di obbligare la Regione a garantire per chi non volesse la presenza, 𝗹𝗮 𝗽𝗼𝘀𝘀𝗶𝗯𝗶𝗹𝗶𝘁𝗮̀ 𝗱𝗲𝗹𝗹𝗮 𝗗𝗔𝗗, in stile Regione Puglia per intenderci. C’eravate, perché tra le condizioni non avete chiesto anche quella di obbligare la Regione a fare test antigenici ogni 15 giorni a tutti e di dotare le classi almeno di purificatori d’aria che evitano di lasciare aperte le finestre? C’eravate, perché non avete chiesto di obbligare la Regione a ridurre i bimbi nelle aule? Perché visto che c’eravate, non avete pensato anche a me, a noi, chiedendo alla Regione di dare la possibilità di scelta tra la presenza e la DAD? Insieme a tutte le vostre motivazioni ovvie sulla necessità della presenza, 𝗺𝗼𝘁𝗶𝘃𝗮𝘇𝗶𝗼𝗻i 𝗰𝗵𝗲 𝘀𝗮𝗿𝗲𝗯𝗯𝗲𝗿𝗼 𝗮𝗻𝗰𝗵𝗲 𝗹𝗲 nostre 𝘀𝗲 𝗻𝗼𝗻 𝗳𝗼𝘀𝘀𝗶𝗺𝗼 𝗶𝗻 𝘂𝗻𝗮 𝗽𝗮𝗻𝗱𝗲𝗺𝗶𝗮, perché non avete chiesto di obbligare la Regione a riaprire le scuole a tutti i bimbi garantendo sempre Test, purificatori e riduzione di alunni? Una sentenza storica sarebbe stata, il TAR avrebbe imposto per legge le condizioni essenziali per garantire, 𝐞𝐜𝐜𝐨𝐜𝐢 𝐚𝐥 𝐩𝐮𝐧𝐭𝐨, ciò che voi, forse, e noi vogliamo: la presenza dei nostri bimbi in sicurezza e senza ansie, senza quarantene dietro l’angolo, senza la trafila ASL dei tamponi, senza creare ai bimbi (anche ai vostri) i danni psicologici da isolamento forzato e senza creare problemi ai genitori costretti alle quarantene per assistere i figli minori in isolamento.

𝐂’𝐄𝐑𝐀𝐕𝐀𝐓𝐄, 𝐌𝐀 𝐍𝐎𝐍 𝐀𝐕𝐄𝐓𝐄 𝐂𝐇𝐈𝐄𝐒𝐓𝐎 𝐍𝐔𝐋𝐋𝐀 𝐂𝐇𝐄 𝐏𝐎𝐓𝐄𝐒𝐒𝐄 𝐎𝐍𝐎𝐑𝐀𝐑𝐄 𝐈𝐋 𝐑𝐔𝐎𝐋𝐎 𝐃𝐈 𝐆𝐄𝐍𝐈𝐓𝐎𝐑𝐄. Non avete chiesto nulla di ciò che andava chiesto, non vi costava nulla impostare il ricorso anche con tutte le richieste da me elencate e 𝐬𝐚𝐩𝐞𝐭𝐞 𝐩𝐞𝐫𝐜𝐡𝐞̀? Perché dei vostri figli non ve ne frega nulla, altrimenti ci sareste arrivati in modo naturale a chiedere queste cose che io, da GENITORE, avrei OVVIAMENTE chiesto come requisito FONDAMENTALE. Non vi è fregato niente di niente, l’unica cosa importante per voi prodi e valorosi ricorrenti, era quella di liberarvi di un peso, quello di fare i genitori. 𝗖𝗼𝗻 𝗾𝘂𝗮𝗹𝗲 𝗰𝗼𝘀𝗰𝗶𝗲𝗻𝘇𝗮 𝗹𝗮𝘀𝗰𝗲𝗿𝗲𝘁𝗲 𝗶 𝘃𝗼𝘀𝘁𝗿𝗶 𝗳𝗶𝗴𝗹𝗶, 𝗹𝗮 𝗰𝗼𝘀𝗮 𝗽𝗶𝘂̀ 𝗶𝗺𝗽𝗼𝗿𝘁𝗮𝗿𝗲 𝗰𝗵𝗲 𝗮𝘃𝗲𝘁𝗲, 𝗶𝗻 𝗾𝘂𝗲𝗹𝗹𝗲 𝗮𝘂𝗹𝗲, 𝗶𝗻 𝗾𝘂𝗲𝘀𝘁𝗲 𝗰𝗼𝗻𝗱𝗶𝘇𝗶𝗼𝗻𝗶 𝗱𝗮 𝗯𝗿𝗶𝘃𝗶𝗱𝗼, 𝗱𝘂𝗿𝗮𝗻𝘁𝗲 𝗹𝗮 𝗽𝗲𝗴𝗴𝗶𝗼𝗿𝗲 𝗽𝗮𝗻𝗱𝗲𝗺𝗶𝗮 𝗱𝗲𝗴𝗹𝗶 𝘂𝗹𝘁𝗶𝗺𝗶 𝟯𝟬𝟬 𝗮𝗻𝗻𝗶? 𝗖𝗼𝗻 𝗾𝘂𝗮𝗹𝗲 𝗰𝗼𝘀𝗰𝗶𝗲𝗻𝘇𝗮, 𝗿𝗶𝘂𝘀𝗰𝗶𝗿𝗲𝘁𝗲 𝗮 𝘀𝗳𝗼𝗱𝗲𝗿𝗮𝗿𝗲 𝗴𝗹𝗶 𝘀𝘁𝗲𝘀𝘀𝗶 𝘀𝗼𝗿𝗿𝗶𝘀𝗶 𝗱𝗶 𝘀𝗼𝗱𝗱𝗶𝘀𝗳𝗮𝘇𝗶𝗼𝗻𝗲, 𝗮 𝗹𝗮𝘃𝗼𝗿𝗮𝗿𝗲 𝘀𝗲𝗿𝗲𝗻𝗶, 𝗮𝗹𝘁𝗿𝗶 𝘀𝘁𝗮𝗻𝗱𝗼 𝗮 𝗰𝗮𝘀𝗮 𝘀𝘂 𝗳𝗮𝗰𝗲𝗯𝗼𝗼𝗸, 𝗹𝗮𝘀𝗰𝗶𝗮𝗻𝗱𝗼 𝗶 𝘃𝗼𝘀𝘁𝗿𝗶 𝗳𝗶𝗴𝗹𝗶 𝗶𝗻 𝗽𝗿𝗲𝘀𝗲𝗻𝘇𝗮 𝘁𝗮𝗻𝘁𝗲 𝗼𝗿𝗲 𝗶𝗻 𝗾𝘂𝗲𝘀𝘁𝗲 𝗮𝘂𝗹𝗲 𝗰𝗼𝗻 𝘁𝗮𝗻𝘁𝗶 𝘀𝗼𝗴𝗴𝗲𝘁𝘁𝗶 𝗺𝗮𝗶 𝗰𝗼𝗻𝘁𝗿𝗼𝗹𝗹𝗮𝘁𝗶? Gioite, felicitatevi tra di voi per questa vittoria, avete perso il diritto di farvi chiamare mamma e papà e non lo sapete. Non chiediamo la chiusura totale, ma di avere l’opzione della Didattica integrata a distanza.

(Firmato Genitori della prima media, sezione C, plesso Cesina)”.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03