Marano, il servizio idrico alla Ottogas non dà garanzie, ma chi protesta non conosce i fatti e fa demagogia spicciola

0
1.377 Visite

Da quando è esploso il caso dell’imminente esternalizzazione del servizio idrico comunale di Marano, sollevato giorni fa dal nostro portale, è iniziato il bombardamento mediatico – favorito dall’organo mediatico “storico” di una certa parte politica – contro la decisione che si accinge ad adottare il Consiglio comunale.

Premesso che l’affidamento del servizio alla società Ottogas srl (perché di questo si tratta in sostanza) è ritenuto dal nostro portale un atto da non compiere, poiché le garanzie sono poche sia sull’efficienza dello stesso che sui costi che ricadranno in capo alla cittadinanza; premesso che una scelta del genere non la può compiere una giunta allo sbando, ormai ad un passo dall’addio; premesso che sarebbe il caso che occuparsi del caso siano i futuri commissari che si insedieranno tra qualche mese in municipio, è insopportabile che a parlare di questa vicenda sia gente che non conosce un fico secco di Marano, dell’Ente e dei motivi che, Ottogas srl o non Ottogas, spingeranno comunque l’ente ad esternalizzare.

Parla finanche un medico mugnanese che di Marano non conosce nulla, se non per sentito dire; parlano gli zelanti sostenitori (mai pentiti) di un sindaco accusato di aver fatto affari con la camorra e che fu tra quelli che all’epoca affidò parte del servizio tributi a una società privata casertana (con tutto quello che ne è poi derivato); parlano tutti ma non chi conosce i fatti.

L’esternalizzazione del servizio idrico è stata inserita dal Comune nella proposta di bilancio stabilmente riequilibrato inviato un anno fa al Ministero dell’Interno e da questi approvato proprio sulla scorta di quella promessa. Senza l’esternalizzaizone, il Comune non avrebbe avuto il via libera e oggi sarebbe ancora senza un bilancio e costretto a lavorare in dodicesimi. Se il Comune non fa cassa (vista l’altissima percentuale di evasione che si registra in città) mai sarà ripianato il debito strutturale e mai i componenti dell’Osl termineranno il loro lavoro. Quindi si può discutere su altro: a chi affidare il servizio (di certo non alla Ottogas, ma pare che Abc non sia disponibile), ma lasciarlo agli uffici dell’Ente, non in grado di operare con la dovuta efficienza, è pure utopia.

 

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03