Giudice di pace, sei comuni all’attacco di Giugliano: “Aderisca alla convenzione, altrimenti sarà chiusura”

0
188 Visite

Giudice di pace, sei comuni all’attacco di Giugliano. “Aderisca alla convenzione, altrimenti ci sfileremo anche noi”. E’ questo, in sintesi, l’esito dell’ennesimo summit (foto di repertorio) che si è tenuto nel pomeriggio a Marano. Giugliano si era seduto al tavolo convocato la scorsa settimana, dopo il flop di Aversa, pensando di poter archiviare facilmente la pratica. L’assessore Marino ha ribadito che le quattro unità lavorative, individuate dalla Regione, saranno presto dislocate a Marano. Ma la mossa non ha sortito gli effetti sperati. Qualiano e Mugnano hanno subito rintuzzato l’assessore giuglianese, facendo presente che il comune più popoloso non può esimersi dal sottoscrivere una convenzione che disciplini i rapporti, le modalità di gestione e i costi tra gli enti locali. La tesi è stata poi sostenuta dagli altri rappresentanti istituzionali presenti al tavolo. Giugliano, per volontà degli ex commissari straordinari, non aveva mai aderito alla convenzione stilata nel 2014 dagli enti che decisero di accollarsi i costi di gestione del presidio giudiziario. Le mutate condizioni politiche ed economiche, il persistere delle difficoltà riscontrate anche dal presidente del tribunale Napoli nord Elisabetta Garzo, hanno indotto gli altri enti del comprensorio a sollecitare una piena partecipazione del municipio giuglianese, che dovrà fornire una risposta (un sì o un no) nel giro dei prossimi sette giorni.

© Copyright Fernando Bocchetti, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03