Villa Polverino nel degrado, l’Agenzia del Demanio scrive al Miur. “Siete ancora interessati a quel bene?”

0
329 Visite

Villa Polverino, qualcosa si muove dopo decenni di immobilismo. A compiere il primo passo l’Agenzia del Demanio e l’Agenzia Nazionale per i Beni Confiscati. I due enti hanno scritto al Miur (Ministero per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca) sollecitando risposte in merito al progetto per la realizzazione di una scuola nell’immobile appartenuto al super boss Giuseppe Polverino, confiscato nel lontano 1996. Il Ministero si era interessato al bene nel 2010, formalizzando un accordo con l’allora prefetto di Napoli Alessandro Pansa. Il progetto, tuttavia, non è mai decollato, nonostante i numerosi sopralluoghi effettuati nella zona (via Marano-Pianura) in cui è ubicata la mega villa. “Se il Ministero non è più interessato – recita un passaggio della missiva inoltrata al Miur – prenderemo in esame nuove soluzioni”. La villa, un tempo simbolo del potere mafioso, è diventata oggi l’emblema del degrado. La struttura, circondata da un ampio giardino, è stata più volte vandalizzata e per ristrutturarla occorreranno svariate centinaia di migliaia di euro.

 

© Copyright Fernando Bocchetti, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03