INTERVENTO DI ESTETICA SBAGLIATO, CLIENTE OTTIENE UN RISARCIMENTO DI 25.000 EURO

0
1.178 Visite

Totale 30mila euro di risarcimento. Un altro risultato di successo per lo Studio Associati Maior, specializzato in malasanità e maxi risarcimenti.

Da anni lo Studio Maior sostiene che, in presenza di lesioni gravi, titolato a chiedere il risarcimento non è solo il danneggiato principale, ma anche i suoi familiari, che risentono indubbiamente delle menomazioni che affliggono il proprio congiunto.

Risarcimento del danno e restituzione del prezzo pagato per intervento estetico non risolutivo.

«Poco prima dell’estate abbiamo assunto mandato da un cliente che lamentava l’inutilità dell’intervento di rinosettoplastica eseguito presso nota clinica estetica napoletana e pagato più di 5000 euro – affermano i tre brillanti giovani avvocati dello Studio Associato Maior – Il cliente, per ragioni estetiche, decideva di sottoporsi ad intervento di chirurgia plastica al naso, con un esito indesiderato. Dall’intervento non derivava alcun danno funzionale, se non una invalidità temporanea per l’operazione subita. Tuttavia il cliente lamentava l’inutilità dell’intervento in quanto, ancorché non peggiorativo delle sue condizioni, non era riuscito e quindi non aveva risolto la problematica estetica».

«Il team di professionisti dello Studio ha creduto e avallato le ragioni del proprio assistito, fino a portarle in giudizio. A seguito di apertura di sinistro da parte dello Studio Associati Maior, il cliente è stato sottoposto a perizia medica da parte dell’Assicurazione della clinica dove era stato svolto l’intervento. A seguito dell’azione legale intrapresa e dell’interlocuzione con il team medico legale dello Studio, al cliente è stato integralmente restituito il prezzo pagato per l’intervento pari a più di 5000 euro». A riferirlo è lo studio Associati Maior – Studio legale e medico legale composto dagli Avvocati Michele Francesco Sorrentino, Pierlorenzo Catalano e Filippo Castaldo, nonché dal medico-legale Dott. Marcello Lorello.

Allo stesso cliente, inoltre, è stato risarcito il danno biologico, inteso come invalidità temporanea pari a circa 25.000 euro patita per l’intervento da cui, comunque, non è residuato alcun danno permanente.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03