Ucraina, colpito un reparto maternità. Morto un neonato di due giorni. Zelensky: “E’ terrore puro”

0
664 Visite

Ancora bombe russe su un ospedale in Ucraina. Questa volta sotto attacco un reparto di maternità di una struttura vicino alla città di Zaporizhzhia. Secondo fonti locali un neonato sarebbe rimasto ucciso mentre la sua mamma sarebbe sopravvissuta.

L’amministratore statale del distretto, Oleksandr Starukhha, ha precisato che due missili russi hanno sorvolato l’ospedale di Zaporizhzhia intorno alle 2:00 del mattino, colpendo il reparto maternità e quello terapeutico. Ora l’edificio è stato fatto evacuare e sul posto ci sono squadre di soccorritori.

Nell’attacco sono rimasti feriti anche un ostetrico trovato sotto le macerie e due medici, uno dei quali è in gravi condizioni, ha detto a Espreso Tv il capo dell’Amministrazione statale del distretto di Zaporizhzhia, Oleg Buryak. In precedenza, anche il vice capo dell’ufficio del presidente, Kyrylo Tymoshenko, aveva riferito della morte del neonato, che aveva appena due giorni.

Il monito di Zelensky

“Il dolore riempie i nostri cuori”, ha scritto su Telegram il governatore della regione di Zaporizhzhia, Oleksandr Starukh, come riporta il Guardian. Dopo quanto accaduto il presidente Volodymyr Zelensky su Telegram ha accusato Mosca di continuare a ricorrere al “terrore e all’omicidio” per raggiungere i suoi scopi.

“Il nemico ha deciso ancora una volta di provare a realizzare attraverso il terrore a l’omicidio ciò che non è riuscito a far in nove mesi e non riuscirà a fare”, ha scritto Zelensky.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03