L’angolo della prof. Inizia un nuovo anno. Si spera in presenza dall’inizio alla fine

0
567 Visite

Le disposizioni introdotte col decreto legge varato il 9 settembre 2021 regolano
l’accesso presso ogni struttura scolastica affermando che chiunque acceda a tutte
le strutture scolastiche, educative e formative, sarà tenuto a possedere il Green
Pass.

Tali regole restano in vigore fino al 31 dicembre prossimo, termine della cessazione
dello stato di emergenza. Tale norma non è applicata sui bambini e in generale su tutti gli studenti. I docenti non saranno tenuti a chiedere della avvenuta o mancata vaccinazione dei propri allievi nel rispetto della privacy e per evitare una possibile discriminazione tra
loro.

La mascherina, il distanziamento, l’aerazione dei locali e l’igienizzazione delle mani
restano accorgimenti fondamentali e richiesti per il contenimento del virus.
In un momento storico che si fa ogni giorno più difficile e delicato, che vede una
guerra tra i pro-vaccino e i no-vax, la scuola è chiamata ancora una volta a
proteggere tutti gli allievi, a proteggere la loro privacy, a insegnare il rispetto per il
pensiero altrui, ma anche a indurre a guardare e analizzare dei dati statistici e a
formulare un pensiero proprio, a formare cittadini consapevoli e liberi di scegliere
ma coscienti delle conseguenze di ogni azione che possono mettere in campo per
se stessi e per gli altri che li circondano.

Un anno scolastico che inizia in presenza e si auspica che in presenza termini, con
tutte le attività che arricchiscono l’offerta formativa e la rendono un’esperienza
unica, irripetibile, che solo a quest’età si può vivere e solo in quei luoghi speciali,
sebbene un po’ distanti, sebbene “mascherati”.

Prof.ssa. Annamaria Schettino, docente all’Is Falcone di Pozzuoli.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03