Casoria, il sindaco Bene presenta la “nuova” giunta: non mancano le polemiche

0
1.306 Visite

Casoria – Nuova giunta, vecchia assessori: il Sindaco Bene presenta la “nuova” giunta. Non mancano le polemiche, vicine le elezioni. Il primo cittadino ha revocato con proprio decreto sindacale, lo scorso 23 luglio, la Giunta Comunale ed immediatamente con un comunicato stampa ha annunciato la composizione dell’esecutivo. Ad essere riconfermata l’assessore Marianna Riccardi candidata a sostegno del sindaco Fuccio alle ultime elezioni comunali nella lista “Generazione Sud” (in quota Casoria al Centro, e precisamente al consigliere vicino ad Italia Viva) con deleghe alle Politiche Sociali; l’assessore Vincenzo D’Anna (in quota Cittadini per Bene) con deleghe alla Polizia Municipale, mobilità urbana e Protezione Civile; l’assessore Francesco Girardi (in quota Casoria Viva) con deleghe al Bilancio, Tributi e Patrimonio Comunale e l’assessore Paola Ambrosio (in quota Campania Libera) vicesindaco con deleghe alle politiche ambientali, verde pubblico, arredo urbano e SUAP. Dunque, tutti sono stati confermati tranne l’Assessore ai Lavori Pubblici Vincenzo Amato, il quale solo alcuni giorni fa aveva aspramente criticato la maggioranza di non essersi attivata per la “…partecipazione del bando, con il quale si potevano richiedere 10 milioni di euro di finanziamento, di cui 5 milioni per la ristrutturazione della scuola di Arpino “La Catena”. Tuttavia le motivazioni, secondo alcuni esponenti, non sarebbero state spiegate fino in fondo dal sindaco nell’atto di revoca in quanto, secondo voci di corridoio, avrebbero solo un fondamento di natura politica con la volontà, molto probabilmente, di “accontentare” qualcuno eletto all’opposizione che permetterebbe al sindaco Raffaele Bene di rafforzare la sua permanenza in comune. Ai predetti assessori si aggiungono l’avv. Giovanna Guarino (in quota Cittadini per Bene), con deleghe alla pubblica istruzione, alla cultura ed allo sport, l’Ing. Luca Brancaccio (in quota Casoria al Centro), con deleghe ai lavori pubblici e, infine, il dott. Antonio Rocco con deleghe alle risorse umane ed affari generali. In poco più di due anni si assiste alla nomina della terza giunta consecutiva, frutto di un evidente continua fermentazione tra le forze politiche che governano la città,  più attente a mantenere le proprie posizioni  che ai reali problemi di Casoria oramai fanalino di coda dell’area a Nord di Napoli, sempre più abbandonata al proprio destino, segnata da un evidente assenza di programmazione, dove non si riescono a garantire servizi come l’apertura di un centro vaccinale sul territorio, una adeguata pulizia ordinaria e non straordinaria, un corretto funzionamento degli Uffici Comunali, la sicurezza dei cittadini, per non parlare delle infrastrutture scolastiche e comunali oltreché della viabilità. Tutto quanto accade sembra che sia solo finalizzato a salvaguardare gli equilibri politici attraverso anche un riconoscimento a coloro che oggi si definiscono responsabili. Si responsabili … ma dell’ennesimo fallimento della politica casoriana, unita non dalla voglia di costruire una Casoria migliore bensì dalla salvaguardia degli interessi personali connessi alla occupazione delle poltrone che ha generato una vera e propria compravendita di consiglieri comunali. Lo stato dei fatti, infine, evidenzia come ormai il sindaco Bene non rappresenti più quella maggioranza della città che ha creduto in lui e che vorrebbe le sue dimissioni.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03