Pandemia, gli italiani fanno meno sesso. Ecco perché

0
1.042 Visite

Una ricerca in Italia, (facente parte di una campagna globale che ha coinvolto piiu’ paesi nel mondo), con un campione di 500 persone, comprese tra i 16 e i 55 anni, con l’obiettivo di valutare l’impatto dell’esperienza della quarantena forzata sulle abitudini sessuali, ha fatto emergere, in generale, che gli italiani in quarantena hanno fatto meno sesso. 

Tra le principali motivazioni espresse a giustificazione di questa diminuzione dell’attività sessuale sono emerse: preoccupazioni, ansiapaura del contagio, tristezza, difficolta’ emotive, stress, maggior presenza dei figli in casa, impossibilita’ a spostarsi ed obbligo di distanziamento sociale (per coppie non conviventi e single).

Nella mia pratica clinica, negli ultimi 6 mesi circa, ho infatti riscontrato un aumento della richiesta di intervento, soprattutto da parte di donne, di età compresa tra i 30 ed i 50 anni, che lamentano un diminuito interesse nell’intraprendere rapporti sessuali con il partner. Importante premettere che una riduzione temporanea dell’appetito sessuale e’ un’esperienza comune, per gli uomini e per le donne, e puo’ essere causata da situazioni passeggere, come la stanchezza ad esempio.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03