Svolta ad Arzano, torna il comandante Chiariello

0
560 Visite

Caschi bianchi ad Arzano, arriva il comandante Biagio Chiariello. Lunedì l’insediamento ufficiale. Biagio Chiariello, classe 1974, già attivo in territori complessi come quello di Sant’Antimo, Calvizzano ed Arzano, questi ultimi gestiti a lungo da triadi commissariali, tornerà alla direzione del Comando di Polizia Locale di Arzano, stavolta però da dirigente assunto. Fortemente voluto dalla commissione straordinaria diretta dal Vice Prefetto dottoressa Gabriella D’Orso in un comune sciolto per infiltrazione e condizionamento di tipo mafioso e finito sotto i riflettori degli inquirenti per una serie di arresti e condanne a carico di numerosi agenti. Per il dottor Chiariello si tratta di una vera e propria sfida, dato che lo stesso s’insedierà in un momento non particolarmente sereno viste le ultime vicende giudiziarie che hanno portato ad ottenere la scorta ad alcuni giornalisti e agli stessi commissari. E’ un territorio in balia di una illegalità diffusa. A Frattamaggiore – da dove proviene – si è contraddistinto sin da subito, nonostante un Comando ridotto ad appena otto unità, mettendo a segno molteplici interventi tra cui contrasto al fenomeno del “trasporto abusivo” di rifiuti e abbandono con abbruciamento degli stessi, l’occupazione abusiva di spazi pubblici ai fini di commercio sottratti a disabili e ai pedoni consentendo di recuperare somme eluse al fisco locale, l’imposizione  del rispetto delle disposizioni di sicurezza nelle manifestazioni pubbliche, “safety e security”, di cui alle circolari del Capo della Polizia e del Dipartimento dei Vigili del Fuoco e il contrasto al fenomeno dell’abusivismo edilizio. Non meno importante l’esecuzione di provvedimenti antimafia a carico di ditte in odore di camorra provvedendo alla chiusura delle stesse e il deferimento alla procura di alcuni soggetti ritenuti vicino ai sodalizi criminali. La gestione del contrasto alla pandemia dovuta al Covid-19. Lo stesso Comandante ha fatto sapere che tutto ciò è stato possibile anche grazie al “gioco” di squadra creato con le associazioni e i cittadini che hanno fortemente sposato il modello di legalità imposto dallo stesso e pertanto seguito a pieno titolo.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03