Camorra e onoranze funebri, condannato a 6 mesi Ciro Cesarano. Assolto Attilio

0
2.646 Visite

Il gip del tribunale di Napoli Anna Imparato ha letto poco fa la sentenza nei confronti di Ciro e Attilio Cesarano, in passato a capo di aziende del settore delle onoranze funebri operanti tra Marano, Quarto e Calvizzano. Ciro Cesarano (nella foto), figlio del defunto Alfonso, è stato condannato a sei mesi di reclusione (pena sospesa, per detenzione e porto abusivo armi) e assolto dagli altri reati per non aver commesso il fatto e per un capo di accusa per intervenuta prescrizione. Ciro era difeso dagli avvocati Alfano e Senese.

Attilio, zio di Ciro, è stato assolto da ogni accusa per non aver commesso il fatto. Il processo si è celebrato con il rito abbreviato e scaturiva dalle denunce presentate anni fa dall’imprenditore Angelo Tarantino, operante nel medesimo settore dei Cesarano. Gli imputati rispondevano a vario titolo di illecita concorrenza, minacce, detenzione di armi, il tutto aggravato dalle finalità mafiose. Il pm Henry John Woodcock aveva chiesto 7 anni e sei mesi per Ciro Cesarano e 3 anni e sei mesi per Attilio. Le ditte dei Cesarano, per un altro filone di indagine, sono state interdette dalla prefettura e sequestrate su richiesta della Procura di Napoli.

© Copyright Fernando Bocchetti, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03