Il governo si spacca pure sui decreti sicurezza

0
Il premier Giuseppe Conte (S), la ministra dell'Interno Luciana Lamorgese (C) e il ministro degli Esteri Luigi Di Maio alla Camera durante la fiducia al nuovo governo, Roma, 9 settembre 2019. ANSA/ALESSANDRO DI MEO
287 Visite

Neanche le modifiche ai decreti Sicurezza di Matteo Salvini mettono d’accordo la maggioranza di governo. Il vertice di maggioranza a Palazzo Chigi con il premier Giuseppe Conte e il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese non ha trovato l’intesa su un unico pacchetto di modifiche per le leggi volute dall’ex inquilino del Viminale del governo gialloverde.

La linea dominante è quella di “dividere” i decreti in due discipline separate, tenendo da una parte la questione immigrazione e nell’altra il contrasto alla criminalità. Perché è il capitolo migranti ad aver fatto registrare le maggiori spaccature all’interno della maggioranza. In particolare una parte consistente del Movimento 5 stelle si sarebbe messa di traverso alla revisione del sistema dei permessi umanitari, la cui disciplina – ad avviso dei grillini critici – non dovrà essere eccessivamente ampliata.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti