Il territorio di Marano: la riscoperta dei luoghi e delle tradizioni perdute nel racconto visivo e visionario degli alunni del Carlo Levi

0
2.038 Visite

Ieri, 30 Gennaio 2020, alle ore 11.00, presso I.S.S. Carlo Levi di Marano di Napoli, è stata inaugurata la mostra : Prometeo- il dono del fuoco ovvero la riscoperta del patrimonio locale. Ha dato avvio all’evento un Convegno, presso l’aula magna dell’Istituto, a cui hanno partecipato il Dirigente Scolastico Francesco Porcelli, l’assessore alla Pubblica Istruzione e alla Cultura , Bianca Perna, il giornalista e scrittore Enzo Savanelli che ha invitato gli studenti a “vivere la Storia” non solo a raccontarla e, in un atto di infinito amore, ha
consegnato ai giovani presenti in sala il compito di “continuare” il suo ultimo libro, l’ex direttore della Biblioteca di Giugliano, Emanuele Coppola e il professor Domenico De Luca.

Suo è l’intervento sulla creazione di parchi letterari. “Seminiamo poesia e storia” ha detto De Luca, in un anelito al futuro, costante di tutta la sua produzione letteraria. Presenti in
sala, oltre che professori ed alunni, il fotografo artista Angelo Marra, la professoressa Teresa Meo dell’Associazione “Le grotte di San Castrese”, il presidente del Gruppo
Archeologico “Giacomo Chianese”.

L’evento​ è stato realizzato al termine di un percorso biennale avente per oggetto il Pon​: Competenze ed Ambienti per l’apprendimento 2014 2020, finanziato con fondi strutturali europei. “Prometeo” ha dato vita a quattro itinerari legati ai quattro elementi: acqua, terra, fuoco, aria.

Il lavoro ha chiamato in causa quattro docenti esperti di storia dell’arte: il professore Albano Michele, la prof Fontanella Maria Grazia, il prof Antonio Guarino e la professoressa Margherita Lonardo,​ la professoressa Michela Conte in qualità di tutor e gli alunni delle classi terze, quarte e quinte delle ultime due annualità scolastiche, veri protagonisti
dell’evento, per un totale di quasi 100 ragazzi.

La realizzazione della mostra ha coinvolto altre componenti interne all’Istituto in una commistione e comunione di competenze ed obiettivi: “la Realtà Aumentata” oggetto di studio del Pon sulle competenze digitali, esperto professor Diego Ettari, fotografia e montaggio ad opera del professor Marco Puzzo. La mostra, per rispondere all’esigenza di “connettività” delle nuove generazioni,​ prevede un anima SMART e cioè la possibilità di usufruire di audioguide azionabili tramite scansione di codici QR posti al di sotto di
ogni pannello, ma anche attraverso progetti di realtà aumentata capaci di emozionare attraverso animazioni sorprendenti e racconti inediti.

Il territorio rivive non solo attraverso disegni artistici, architettonici, botanici, lavori di ricerca, di studio e catalogazione ottimamente eseguiti, ma anche attraverso suoni, racconti, interviste che permettono al fruitore di andare oltre il solo dato visivo. L’obiettivo della mostra è stato la realizzazione di una proposta territoriale di turismo culturale, sociale ed ambientale sostenibile, che punti alla rigenerazione e alla riqualificazione urbana, che spinga la comunità alla fruizione, alla consapevolezza e all’ affezione verso il
proprio territorio.

Il Carlo Levi è da sempre impegnato sul difficile tema della tutela. Il progetto presentato oggi deve essere visto come il continuum di altri realizzati in passato, quali​ il Pon “La pietra nell’acqua” del 2010, Il Progetto “Scuole aperte” nel modulo “In ascolto del territorio e della sua storia”, oltre a quelli che da sempre fanno parte dell’offerta formativa dell’Istituto nell’ambito PCTO: “Il sorriso di Venere “ per il rilancio di un’ economia legata alle tradizioni locali, “il Carlo Levi alla Floridiana”, “ il Carlo Levi a Palazzo Zevallos.

Sono progetti, percorsi formativi, il cui obiettivo è stato quello di potenziare la conoscenza del patrimonio artistico e le radici della scuola nel proprio territorio, nel territorio di Marano.
La mostra si apre oggi e sarà fruibile, previo appuntamento, per le prossime settimane: una finestra aperta all’accoglienza e alla condivisione di un bene comune.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03