Napoli: perché non istituire anche la giornata del broccolo? Capodanno: “Napoli capitale europea di sagre e feste!”

0
544 Visite

” Napoli oramai è diventata la capitale europea delle sagre e delle feste. Come se non bastassero quelle già in atto, la Giunta comunale ha, di recente, approvato due distinte delibere per istituire nel capoluogo partenopeo una giornata cittadina dedicata alla cultura del caffè, da celebrare il 10 dicembre di ogni anno, e una giornata dedicata alla cultura del baccalà, che cadrà il primo venerdì di dicembre di ogni anno. A quando il giorno della cultura del broccolo, prodotto certamente più noto, dalle nostre parti, del baccalà, e che un tempo rese famoso il quartiere Vomero, che prima della cementificazione selvaggia degli anni sessanta, era conosciuto come “quartiere dei broccoli”? Il giorno potrebbe essere l’11 maggio di ogni anno. Fu infatti l’11 maggio del 1885 che, con la posa della prima pietra , alla presenza dei sovrani, si diede inizio alla realizzazione del “Nuovo Rione”, l’attuale Vomero, operazione che stravolgerà l’originaria destinata agricola del quartiere collinare, trasformandolo nel  più densamente popolato del capoluogo partenopeo, con una densità che attualmente si attesta intorno ai  21mila abitanti a chilometro quadrato  “. E’ quanto dichiara, con malcelata ironia, Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, già presidente della Circoscrizione Vomero.

 

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti