Due scissionisti grillini tornano subito con la coda fra le gambe da Conte

0
Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte durante il Forum Internazionale della Cultura del Vino "Dalla vite alla vita: il riscatto" presso l'Hotel Rome Cavalieri , Roma, 15 giugno 2019. ANSA/ UFFICIO STAMPA PALAZZO CHIGI/ FILIPPO ATTILI +++ ANSA PROVIDES ACCESS TO THIS HANDOUT PHOTO TO BE USED SOLELY TO ILLUSTRATE NEWS REPORTING OR COMMENTARY ON THE FACTS OR EVENTS DEPICTED IN THIS IMAGE; NO ARCHIVING; NO LICENSING +++
842 Visite

Se n’erano andati con Di Maio. E subito dopo torna tra le fila di Conte. Dopo avere applaudito il ministro degli Esteri scissionista in conferenza stampa, già la mattina dopo Emanuele Fenu, senatore sardo del Movimento, rientrava a Campo Marzio, quartier generale M5S, per incontrare Giuseppe Conte e confessare il suo pentimento.

Oggi un nuovo ritorno. L’altra scissionista rientrata nel Movimento l’ha ufficializzato stamattina: è la deputata siciliana Vita Martinciglio. “Ho visto Giuseppe e ho avuto anche altre interlocuzioni – ha raccontato all’agenzia Adnkronos – Luigi Di Maio ha grandi capacità, ma io ho deciso di tornare nell’unico posto dove, nonostante tutto, mi sento ancora a casa. Alla fine il cuore ha avuto la meglio”.

Un altro cambio di casacca è quello di Antonio De Santis, capogruppo della lista Virginia Raggi in Campidoglio. A sorpresa passa nel partito di Luigi Di Maio, dopo avere fatto il portabandiera del cartello civico dell’ex sindaca che nelle chat grilline rilanciava tesi da propaganda russa. De Santis, con un’intervista al Foglio, annuncia la piroetta politica e il passaggio con Di Maio. “Virginia – racconta – è la prima persona che ho sentito e mi ha detto di fare ciò che ritenevo giusto”.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03