L’Olimpic nuoto Villaricca organizza i campionati nazionali di fondo. Costretti però ad emigrare in Toscana

0
1.125 Visite

Un campionato italiano organizzato lontano dalla propria città, priva di piscine capaci di accogliere 250 atleti, in rappresentanza di settanta squadre, tra cui nove Nazionali. E’ la sfida dell’Olimpic nuoto Villaricca,come riporta Il Mattino, la pluridecorata compagine diretta da Alfredo Mangione e Stefano Rubaudo. Un’eccellenza del nuoto meridionale costretta ad emigrare in terra toscana, a Marina di Grosseto e Piombino (nella foto il campo di gara), per allestire la kermesse nazionale di fondo che andrà in scena dal 18 al 21 di questo mese. Una tre giorni (Campionato nazionale open) che vedrà in gara, tra gli altri, l’olimpionico Gregorio Paltrinieri e campioni del calibro di David Aubry, il francese medaglia di bronzo ai campionati mondiali del 2019 negli 800 metri stile libero. Per l’Olimpic, da anni fucina di talenti, sarà in gara Giuseppe Diana, campione italiano nella 10 chilometri, una delle tre specialità (5 chilometri e 2 chilometri e mezzo le altre due) in programma nello specchio d’acqua antistante le due cittadine toscane. “Costretti ad emigrare – spiega Stefano Rubaudo, vicepresidente dell’Olimpic e dirigente della Federazione Italiana Nuoto – per una serie di vicissitudini. Per un lungo periodo e fino a pochi mesi fa abbiamo gestito una piscina nel comune di Giugliano. Archiviato il periodo stabilito dalla concessione, abbiamo partecipato al bando di gara emesso dallo stesso comune, ma siamo stati battuti da una società semi sconosciuta, di gran lunga meno titolata della nostra”.

La struttura di via Pigna, tuttavia, è chiusa da sei mesi per una serie di contenziosi avviati in sede di giustizia amministrativa. “Abbiamo così deciso – aggiunge Rubaudo – di partecipare ai bandi di gara emanati dai comuni di Piombino e Marina di Grosseto, riuscendo ad aggiudicarci la gestione di ben due piscine. Sono quelle in cui si alleneranno gli atleti in gara ai campionati nazionali di fondo. Per noi questa kermesse è un motivo di grande orgoglio: l’Olimpic nuoto è una importante realtà e lo dimostra l’organizzazione di questo evento di respiro internazionale”.

Il futuro della società di Villaricca è legato alla disponibilità degli impianti: “Vogliamo rimanere ancorati alle nostre radici – conclude Rubaudo – portando avanti il lavoro avviato con successo in provincia di Napoli. Per farlo, però, abbiamo bisogno di piscine adeguate ai nostri progetti”.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03