Mosca rimuove il responsabile della logistica: sostituito dal ‘Macellaio di Mariupol’. E inasprisce le pene per i disertori

0
756 Visite

Un numero crescente di cittadini russi continua a cercare di lasciare il Paese da quando il presidente Vladimir Putin ha annunciato la mobilitazione di almeno 300mila soldati mercoledì scorso. La Bbc riferisce che al confine per entrare in Georgia c’è una coda di dieci chilometri e anche il traffico alla frontiera tra Finlandia e Russia è aumentato. Anche perché il presidente ha firmato un pacchetto di emendamenti al codice penale per il quale la diserzione o la mancata comparizione alla leva è punita con la reclusione da 5 a 10 anni. Coloro che si arrendono volontariamente al nemico dovranno affrontare una pena detentiva fino a 10 anni. Inoltre, 15 anni di detenzione sono previsti per la diserzione durante la mobilitazione o la legge marziale. Putin ha anche firmato una legge che facilita l’accesso alla nazionalità russa per i cittadini stranieri che servono nell’esercito.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03