Accadde oggi: 19 gennaio 1940 nasce Paolo Borsellino, Il magistrato ucciso dalla mafia

0
221 Visite

Paolo Borsellino nasce a Palermo il 19 gennaio 1940.
Secondogenito di Diego e Maria Pia Lepanto, aveva una sorella maggiore – Adele – un fratello minore – Salvatore – e infine era arrivata Rita.
Dopo le scuole medie e superiori, Paolo si iscrive al liceo classico e poi all’Università di Palermo, facoltà di Giurisprudenza. A 22 anni la laurea con 110 e lode su “Il fine dell’azione delittuosa”, proprio pochi giorni prima della morte del padre, gravemente malato. Decide quindi di mantenere l’attività di famiglia, una farmacia, fino a quando non arriverà alla laurea la sorella Rita, dandola in gestione per un affitto molto basso, costringendo i Borsellino a una vita di rinunce e sacrifici tanto che lo stesso Paolo verrà riformato dal servizio militare in quanto “unico sostentamento economico” del nucleo.Nel 1968 il matrimonio con Agnese Piraino Leto, dalla quale avrà tre figli: Luca, Manfredi e Fiammetta. L’ingresso in magistratura è datato 1965 con l’assegnazione al tribunale di Enna. Seguono poi vari trasferimenti nel corso dei quali si imbatte anche con le vicende mafiose del territorio palermitano.
E saranno proprio le sue indagini a farlo finire nel mirino di Cosa Nostra che, con un attentato, lo ucciderà insieme alla sua scorta – gli agenti Emanuela Loi, Agostino Catalano, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina – il 19 luglio 1992 in via D’Amelio, sotto casa della madre.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03