Accadde oggi. Il 10 ottobre 1944 lo sterminio dei bimbi rom ad Aushwitz

0
384 Visite

Il 10 ottobre 1944 ad Auschwitz fu compiuto uno dei più terribili crimini della storia dell’umanità, un massacro, a opera dei nazisti, di 800 bambini Rom. È famoso l’accanimento di Hitler verso i Rom, qualcosa di inspiegabile dato che la maggior parte degli “zingari” era di discendenza ariana. Gli scienziati del Reich, per dare una parvenza di giustificazione a tale sterminio, cercarono molte scuse e portarono alla ribalta molti dibattiti, finché il Professor Gunther disse: “Gli zingari hanno effettivamente mantenuto alcuni elementi della loro origine nordica, ma essi discendono dalle classi più basse della popolazione di quella regione. Nel corso della loro migrazione, hanno assorbito il sangue delle popolazioni circostanti, diventando quindi una miscela razziale di orientali e asiatici occidentali con aggiunta di influssi indiani, centroasiatici ed europei”. Ragion per cui, secondo lo scienziato delle scienze razziali, andavano sterminati al pari degli ebrei. Ad Auschwitz furono uccise 19 mila Rom su 23 mila e si pensa che l’esercito tedesco e le SS abbiano fucilato altri 30 mila Rom tra gli Stati Baltici e in altre zone dell’Unione Sovietica che erano state invase dai tedeschi.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03