Marano, sicurezza stradale: l’opposizione presenta una mozione in Consiglio comunale

0
767 Visite

Mozione di indirizzo sulla Sicurezza stradale.

IL CONSIGLIO COMUNALE PREMESSO CHE : i gravissimi incidenti stradali verificatesi negli ultimi tempi in città hanno causato la morte di tanti giovani del nostro territorio con ricadute drammatiche sia sulle famiglie colpite che sulla società tutta che viene privata di risorse vitali preziose; che è primario compito delle istituzioni impegnarsi con perseveranza in programmi di prevenzione ed educazione stradale riconoscendo l’obbligo morale e civile di limitare il numero degli incidenti stradali e dei danni che ne derivano in termini di decessi e menomazioni; che per educazione stradale si intende in primo luogo l’avvio di forti campagne di sensibilizzazione attraverso un programma formativo permanente rivolto ai giovani , fermo restando la distinzione tra questo intervento e l’insegnamento vero e proprio dell’Educazione stradale reso obbligatorio, presso le scuole di ogni ordine e grado, dall’art. 230 del Codice della strada e dal D.M. del 05-08-1994 ( Ministero della Pubblica Istruzione- G.U.n. 193 del 19.08-1994); che è compito delle Istituzioni predisporre e coordinare una serie di interventi in termini di prevenzione e controllo del territorio investendo sulla manutenzione e messa in sicurezza dei tratti stradali intervenendo altresi’ con un piano di di ripristino di segnaletica verticale ed orizzontale unitamente all’installazione di dissuasori di velocità che la prevenzione debba partire incentivando percorsi formativi nelle scuole, stimolando protocolli di intesa tra enti locali, associazioni di volontariato, organizzazioni sociali, forze di polizia ed aziende sanitarie per formare ed informare le giovani generazioni, che per arginare la consuetudine che l’unica forma di svago e divertimento per i giovani sia l’utilizzo di motoveicoli bisogna puntare sulla creazione di luoghi e spazi di aggregazione culturale e sociale, per i giovani e la comunità tutta , partendo dalle risorse già pre-sistenti.

Considerata l’urgenza motivata dalla necessità di attuare rapidamente programmi in grado di incidere sulla sicurezza stradale IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA 1) a stipulare un tavolo tecnico con la Prefettura e le Forze dell’ordine, in particolare la tenenza dei Carabinieri di Marano, per richiedere un incremento massiccio dei controlli e posti di blocco affinché si riducano le infrazioni riguardanti anche il codice della strada. Inoltre bisogna stipulare accordi con gli stessi affinchè ché le informazioni rese informatizzate a livello locale, siano disponibili in un archivio provinciale costituendo un osservatorio informativo di natura statistica che abbia l’obiettivo di supportare la programmazione e la pianificazione di interventi ed investimenti (manutenzioni tratti stradali, segnaletica orizzontale e verticale,  dissuasori di velocità, illuminazione stradale) in tema di incidentalità e sicurezza stradale;

2) a promuovere forme di comunicazione pubblica e di educazione al rispetto delle norme del codice della strada,a partire dall’utilizzo fondamentale del casco , rivolta in particolar modo ai giovani ma non solo avvalendosi del supporto ,della Polizia Municipale, Polstrada, Arma dei Carabinieri, Anas, Motorizzazione civile, Associazione autoscuole, associazioni di volontariato attive nel settore socio sanitario con il contributo dell’Azienda sanitaria locale;

3) a creare forme di collaborazione tra Enti pubblici ed ambiti educativi e aggregativi al fine di di promuovere iniziative di sensibilizzazione , coinvolgendo in primo luogo le scuole, quali predisposizione di mostre tematiche,coinvolgimento delle associazioni sportive della città, organizzazione di concerti musicali con artisti testimonial e spettacoli teatrali, con al centro il tema della sicurezza stradale;

4) ad attivare tutte le misure di prevenzione e di maggiore controllo attraverso il coordinamento delle diverse forze dell’ordine presenti sul territorio in modo particolare in alcuni punti nevralgici della città dal centro alle periferie;

5) ad istituire un “Catasto Stradale” per acquisire tutte le informazioni inerenti le infrastrutture viarie con riferimento a tracciati, caratteristiche di pavimentazione, segnaletica, carenza di illuminazione e di guardrail a protezione delle carreggiate, accessi e punti critici, realizzando un archivio informatico contenente i dati anche dei proventi derivanti dalle contravvenzioni da destinare in sicurezza stradale , con l’obiettivo di migliorare la sicurezza per gli utenti della strada attraverso la pianificazione di manutenzione e progettazione di nuove opere per ridurre il piu’ possibile le cause di insicurezza.

I consiglieri comunali Brunella Orlando Stefania Fanelli Anna Garofalo Stefano Catone Luigi Carandente Teresa Giaccio Nicola Moio Vincenzo Passariello Marta Monti Lorenzo Abbatiello

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03