Marano, Visconti incartatissimo sul rimpasto. Il Pd ancora alle prese con le “tarantelle” interne

0
643 Visite

Incartatissimi. Il sindaco Visconti non ha ancora azzerato la giunta, provvedimento atteso da almeno 4-5 mesi. Le liste affini a Visconti non hanno ancora prodotto la sbandierata mozione di sfiducia contro il presidente del consiglio comunale Mimmo Paragliola. Il Pd, dal canto suo, non ha ancora risolto le “tarantelle” al proprio interno. Tutti incartati. Il tempo passa, i fondi non arrivano, la giunta è sempre quella di sempre, le elezioni regionali si avvicinano, l’ente sborsa fiori di quattrini per vicende legali oscure che si perdono nella notte dei tempi. Soldi dei cittadini. I servizi (vedi alla voce anagrafe) sono pessimi e le problematiche sul territorio enormi. Ma ad oggi, 4 giugno, il sindaco che voleva cambiare Marano all’insegna di tanti provvedimenti (mercati, strade e quant’altro) non riesce nemmeno ad azzerare una giunta. Il motivo? Visconti ha capito che non gli conviene rompere fino in fondo con il proprio partito, il Pd, e spera nel logoramento interno ai dem. E il Pd? E’ alla finestra, diviso tra gli “angiarosi” (coloro che vogliono “acchiappare” qualcosa), i tattici (coloro che vogliono logorare Visconti) e i realisti, coloro che hanno capito che questa giunta ha vita breve.

Quanto al rimpasto, se mai si farà, come anticipato da giorni dal nostro portale (oggi scopiazzato impunemente dal solito blog di paese), rimarranno in piedi almeno 3-4 assessori: Perrotta, D’Alterio, De Nigris e forse Perna. Come dire: è tutta una finta di corpo. Povera Marano!

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03