Rifiuti, Adriano Pistilli: “Come sarà l’Asìa con noi privati”

0
530 Visite

E’ necessario un piano straordinario per ripulire la città puntando a mantenere
un livello di buona e costante pulizia e raccolta. Noi privati, se e quando
gestiremo Asìa, affronteremo una sfida, la sfida delle sfide: far sì che le
continue emergenze che costringono i napoletani a convivere con montagne
di immondizia sotto casa siano un ricordo lontano.

Per quanto riguarda strettamente la raccolta riusciremo a conferire tutte le
tonnellate necessarie nei nuovi sbocchi, e siamo assolutamente tranquilli
anche per il periodo delle feste. Non ci saranno microdiscariche in giro per la
città da ripulire ma solo cassonetti da svuotare regolarmente.

L’obiettivo sarà non andare più in emergenza. Si va da impianti provvisori per la tritovagliatura a quelli definitivi per riciclo, riuso e compostaggio. Per l’autosufficienza serve necessariamente una discarica e siamo disposti a dialogare con i cittadini.

Il faro di tutto il nuovo sistema che vogliamo mettere in piedi è senz’altro
l’intercettazione di un quantitativo sempre maggiore di rifiuti divisi per tipologia
e un abbassamento della quantità di tal quale.

Ridisegneremo l’intero sistema di raccolta: Napoli ha caratteristiche
urbanistiche diverse da quartiere a quartiere e i modelli saranno diversi da
adattare a seconda della zona. Ci sarà il porta a porta ma non solo, penso alle isole ecologiche o ai cassonetti intelligenti che consentono a distanza di sapere quanto
sono stati riempiti. Ci auguriamo che tutti i cittadini vogliano dialogare con noi privati.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03