Omicidio a Miano: le nuove leve, i Lo Russo e i Cifrone

0
2.591 Visite

Antonio Avolio, forse, non doveva essere il principale obiettivo. Ma in realtà un uomo vicino ad Oscar Pecorelli, alias ‘”O malomm”, ex ras del clan Lo Russo, oggi in carcere a scontare la pena dell’ergastolo.

Avolio, secondo alcuni testimoni, era in sella ad uno scooter con un’altra persona. Chi era con lui, accortosi di essere inseguito, avrebbe estratto la pistola e rubato lo scooter di un ragazzo che passava proprio di lì, dandosi alla fuga. Si sarebbe salvato in questo modo.
Le nuove leve di Miano vogliono controllare il territorio, ormai orfano dei Lo Russo, ed eliminare tutti i suoi affiliati che per anni hanno seminato il terrore. Quasi tutta la famiglia ormai è pentita (tranne Giuseppe) e anche per questo che i gruppi emergenti sono spietati nell’eliminare tutti. Lo si è visto anche contro la famiglia Cifrone che ne era, fino a qualche mese fa, reggente. Due mesi fa sempre a Miano, a pochi passi dall’agguato di ieri, sotto i colpi d’arma da fuoco morì Salvatore Milano che stava, forse, per ritessere le trame criminali.
Scenari che sono sotto la lente degli inquirenti e delle forze dell’ordine ma si prospettano tempi difficili per la sicurezza e la legalità.
© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03