Yara, la Cassazione autorizza accesso ai reperti. Uno spiraglio di speranza per Bossetti

0
417 Visite

La Cassazione ha accolto il ricorso della difesa di Massimo Bossetti sull’accesso ai reperti, annullando con rinvio le ordinanze della Corte d’assise di Bergamo. Il Tribunale aveva dichiarato inammissibile la richiesta dei legali del manovale di avere accesso ai campioni di Dna e agli abiti della 13enne. L’uomo è stato condannato nel 2018 all’ergastolo per l’omicidio della 13enne Yara Gambirasio, la ragazza scomparsa da Brembate di Sopra (Bergamo) il 26 novembre 2010. Il suo corpo fu ritrovato senza vita dopo 3 mesi, abbandonato in un campo. Ora, forse, i legali di Bossetti potranno accedere ai reperti che hanno portato all’arresto dell’uomo. Bisognerà però aspettare il deposito delle motivazioni degli ‘ermellini’, che hanno preso la decisione ieri, per capire quale passaggio motivazionale deve essere rivalutato dai giudici di Bergamo.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03