MARANO, IL NUOVO METODO PER L’INDIVIDUAZIONE DEGLI SCRUTATORI. MA E’ IN LINEA CON LA CIRCOLARE DELLA PREFETTURA O E’ UN ALTRO PASTICCIO?

0
1.341 Visite

Il Comune di Marano, per l’individuazione degli scrutatori, quest’anno si è avvalso di un metodo nuovo e del tutto diverso rispetto al passato. Il 15 aprile ha emanato un avviso rivolto sia già agli iscritti all’albo che ai non iscritti per acquisire la disponibilità per entrambi a ricoprire il ruolo di scrutatori per le elezioni europee dell’8 e 9 giugno 2024.

I primi che hanno dato disponibilità, già iscritti, saranno subito chiamati. Gli altri, invece, verranno sorteggiati dall’albo. La questione però è un po’ ingarbugliata: se un cittadino è già iscritto all’albo, e quindi spera di poter essere sorteggiato in concomitanza con la tornata elettorale, perché mai è in qualche modo “costretto” a inviare nuovamente la propria manifestazione di disponibilità? Ciò significa che, se non è riuscito a leggere l’avviso nuovo del Comune di Marano, resta escluso automaticamente?

Non siamo convinti che la procedura sia del tutto lineare e anche qualche consigliere di minoranza ha storto il naso. Qualcuno dirà che questo sistema eviterebbe di fare le corse per individuare scrutatori disponibili, però a pensare male si fa peccato ma spesso si indovina.

Secondo alcuni addetti ai lavori, interpellati in altri comuni, la procedura utilizzata da Marano non sarebbe contemplata nella circolare della Prefettura, con la quale si chiedeva di emanare un avviso di disponibilità solo per i non iscritti agli albi, e di considerare le disponibilità pervenute, solo una volta che le procedure ordinarie di nomina non sarebbero andate a buon fine.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti