Marano, Visconti e tre assessori fanno “fuori” la Stazione Unica Appaltante per la ricerca di un Dec per l’igiene urbana. Il Comune sceglierà con il Me.Pa.

0
1.011 Visite

L’amministrazione Visconti sconfessa la Stazione Unica Appaltante del Provveditorato per le opere pubbliche, revoca in autotutela un bando emanato mesi fa e cerca, attraverso il Me.Pa., mercato elettronico per le pubbliche amministrazione, un Direttore esecuzione contratto (Dec) per il servizio di igiene urbana. Il professionista che sarà scelto e che non passerà al vaglio dei funzionari della Sua percepirà, in 24 mesi, 65 mila e passa euro + Iva e Cassa. Una bella cifra. La delibera che fa “fuori” la Sua, che aveva chiesto integrazioni e chiarimenti all’Ente, è stata firmata dal sindaco Visconti e dagli assessori De Nigris, Perna e D’Alterio. L’atto tecnico successivo è della dirigente Mucerino.

Ufficialmente la scelta è dettata dall’esigenza di non perdere ulteriore tempo in attesa delle decisioni della Sua. Molti addetti ai lavori e qualche “maligno” prefigurano invece altri scenari: il Comune, a loro avviso, avrebbe già individuato il profilo da scegliere e vorrebbe fare tutto da sé, senza “interferenze” esterne. Non resta che attendere, dunque, il nome che verrà fuori dalla procedura espletata attraverso il Me.Pa. Ricordiamo che qualche mese fa, qualche consigliere comunale nostalgico propose il nome di un signore che a Marano ha combinato disastri poi pagati dai cittadini per effetto di una sentenza del tribunale. Vedremo…

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03