Marano, Pompei e Sant’Antimo: ecco i nomi di tutte le aziende fermate dalla prefettura

0
1.888 Visite

Un caseificio, un’impresa individuale, due supermercati di Marano, tutti riconducibili a Carmine Carputo, ritenuto dai magistrati napoletani contiguo ai clan di Marano, sei imprese di Sant’Antimo e una di Pompei. La prefettura di Napoli ha emanato nuove interdittive antimafia, dopo lo stop imposto ieri alle aziende di Vincenzo Polverino, figlio del super boss Giuseppe.

Ecco i nomi delle attività colpite dagli ultimi provvedimenti prefettizi: “Caseificio La Rotonda” (Marano), Impresa individuale Carputo (Marano), Anthony store (Marano), Impresa funebre Petito srls (Sant’Antimo), Verde Raffaele 1929 srls (Sant’Antimo), Petito Ernestina impresa individuale (Sant’Antimo), A.Funebri Petito Impresa individuale (Sant’Antimo), Edile Partenopea srl (Sant’Antimo), Artedile 2000 srl (Sant’Antimo), Lumir srl (Pompei).

I provvedimenti potranno essere impugnati in sede di giustizia amministrativa.

© Copyright Fernando Bocchetti, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03