Il Benevento dei record torna in serie A

0
346 Visite

Il Benevento nel suo Vigorito (purtroppo vuoto) ha battuto ieri 1-0 una Juve Stabia che non ha regalato nulla e ha conquistato la promozione con sette giornate di anticipo, eguagliando il record dell’Ascoli nel ’78. Bastava un punto, ne sono arrivati tre nonostante un tempo e mezzo giocato in dieci per l’espulsione di Caldilora e un Montipò capace di annullare le incursioni degli ospiti. I fuochi d’artificio hanno riempito la città dopo già la rete di Sau al 71′, il giusto coronamento di una stagione trionfale, con una squadra sempre attenta, numeri da capogiro (56 gol fatti e 15 subiti, tanto per dirne un paio) e un allenatore, Pippo Inzaghi, che di certo merita il palcoscenico più importante del nostro calcio. “Questi ragazzi hanno fatto qualcosa di storico. Mi hanno dato tanto perché io sono un martello, è qualcosa di incredibile! Se un record resistiva da tanto tempo un motivo ci sarà stato… Forse per un’impresa così avremmo meritato uno scenario migliore, ma va bene così, di certo non pensavo di fare la storia”, ha commentato Inzaghi a fine gara. E il presidente Oreste Vigorito, commosso: “Avevo promesso a me stesso e a mio fratello che saremmo tornati. Non era scontato, anche se quando ci arrivi sembra tutto semplice… Ma un momento come questo ti ripaga di tutto”.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03