Qualiano: controlli dei carabinieri per tutela ambiente. Fabbrica di tappeti lavorava senza seguire le regole per emissioni

0
155 Visite

Nel corso di servizi per contrastare reati ai danni dell’ambiente i carabinieri della compagnia di Giugliano in campania hanno eseguito ispezione in un’azienda fabbricatrice di tappeti di Qualiano insieme a personale dell’Arpac, del locale ufficio tecnico e dell’asl Napoli 2 nord nonché a colleghi  del nucleo ispettorato del lavoro di napoli.
Il titolare e il gestore dell’attività (di 44 e 74 anni) sono stati segnalati all’autorità giudiziaria per emissioni pericolose in atmosfera, smaltimento e stoccaggio illecito di rifiuti e abusivismo edilizio.
I militari dell’arma hanno infatti accertato che l’azienda non era autorizzata per le emissioni in atmosfera, non aveva provveduto alla tenuta del registro di carico e scarico dei rifiuti prodotti nè a quella degli scarti di lavorazione né alla tenuta dei formulari di smaltimento dei rifiuti.
Sul posto, inoltre, è stata accertata la presenza di 2 lavoratori a “nero” con l’irrogazione di sanzione amministrativa per 6.000 euro e la contestuale sospensione dell’attività imprenditoriale.
Anche l’aspetto riguardo alla sicurezza sul lavoro è risultato trascurato non essendo stato nominato il medico competente, essendo state omesse le informazioni ai lavoratori sui rischi derivanti dall’attività  e omessa la loro formazione in materia di salute.
Le vie di emergenza erano poco praticabili e sui locali era stato effettuato il cambio di destinazione d’uso con la realizzazione di tettoie esterne senza le prescritte autorizzazioni urbanistiche.
L’opificio, della superficie complessiva di circa 200 mq, è stato sequestrato insieme alle attrezzature.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03