Giugliano, “latitante” arrestato mentre prelevava in bici il Reddito: arriva la scarcerazione in tempi record

0
1.143 Visite

Buonavita Massimo, 45enne napoletano ma residente a Giugliano, era destinatario di un ordine di carcerazione emesso dalla procura della repubblica presso il Tribunale di Firenze per una carcerazione di 5 anni, 4 mesi e 27 giorni. Da Luglio 2022 i Carabinieri erano riusciti ad arrestarlo solo dopo 3 mesi di latitanza, in cui Buonavita a bordo della sua bicicletta elettrica, prelevava indisturbato per la città di Giugliano il reddito di cittadinanza. A distanza di un mese dall’arresto, è arrivata la scarcerazione. Su istanza dell’avvocato Luigi Poziello del Foro di Napoli Nord, l’uomo è ritornato in libertà, senza alcuna misura restrittiva. Il difensore ha infatti dimostrato che il suo assistito in primis non era latitante, ma era collocato presso una comunità terapeutica. Inoltre, proprio grazie al programma terapeutico che aveva intrapreso, spiega l’avvocato Poziello, per il recupero dalla tossicodipendenza, l’ordine di carcerazione non poteva essere emesso perché inferiore ai 6 anni, così come stabilito dalla Legge.  Motivo per cui Buonavita è uscito di nuovo dal carcere, con la bici elettrica, giusto in tempo per andare a prelevare il reddito di cittadinanza anche per il mese di Novembre.

Il fatto. L’uomo era condannato a 5 anni, 4 mesi e 27 giorni e destinatario di un ordine di carcerazione firmato a luglio scorso dal Tribunale di Firenze, ma mai eseguito, perché lo stesso si è reso irreperibile Un uomo di 45 anni M.B., latitante dallo scorso luglio, è stato arrestato dai Carabinieri mentre prelevava il reddito di cittadinanza in un ufficio postale. E’ successo a Giugliano in Campania, provincia di Napoli, dove i Carabinieri lo hanno rintracciato e fermato. Era stato condannato a 5 anni, 4 mesi e 27 giorni ed era destinatario di un ordine di carcerazione firmato a luglio scorso dal Tribunale di Firenze che non era stato mai eseguito, perché lo stesso si è reso irreperibile e dichiarato latitante. I Carabinieri del Nucleo investigativo del Comando provinciale di Napoli hanno monitorato i social network, il web e i suoi movimenti finanziari, e proprio sfogliando il suo estratto conto hanno scoperto che fosse beneficiario del reddito di cittadinanza. I militari hanno inoltre notato che qualcuno prelevava sistematicamente l’intera somma accreditata poco dopo il bonifico, ogni volta in un ufficio postale differente, soprattutto in provincia di Napoli. I Carabinieri hanno individuato 6 uffici postali nei quali era ipotizzabile il prelievo da parte del latitante e, nel giorno dell’accredito, si sono appostati nei pressi di ognuno di questi; M.B., in sella a una bici elettrica, si è presentato all’ingresso delle Poste di via I Maggio, nel comune di Giugliano. I militari sono intervenuti e lo hanno arrestato, portandolo nel carcere di Poggioreale.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03