La cocaina dal Perù: il maxi blitz di oggi a Napoli. Il capo dei narcos era Criscuolo

0
1.425 Visite

«Devo pittare Napoli di bianco». Era questa la frase che Vincenzo Criscuolo amava ripetere ai suoi accoliti. Decine di chili di cocaina arrivati direttamente dal Sudamerica, Perù in particolare, da destinare ai clienti, camorra compresa, del comprensorio napoletano.

Sono 25 le persone complessivamente indagate. Tra gli arrestati spunta la figura di Vincenzo Criscuolo, 40 anni, considerato uno degli elementi apicali dell’organizzazione nonché gestore di una piazza di spaccio presente in Salita Capodimonte, più volte finita nel mirino delle forze dell’ordine con arresti e sequestri. Lo stesso Criscuolo, finito nel novembre 2019 in carcere (prima del trasferimento in comunità) nell’ambito di un’operazione contro il clan Mauro del Rione Sanità, fu vittima in passato di un raid armato avvenuto nei pressi della sua abitazione in Salita Capodimonte. Diversi i proiettili esplosi dai sicari che non provocarono feriti.
La polizia ha anche sequestrato un laboratorio a Marano, nella zona di via Casaggiarrusso, all’interno del quale ricavavamo la cocaina occultata in abiti da donna e corpetti in merletto di vario colore con bretelle e reggiseno imbottito.

 

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03