Campania, boom da variante Delta. Ma i dati non devono allarmare i cittadini

0
844 Visite

“In Campania la variante Delta è pari a circa il 70% dei campioni esaminati di Covid19”. I nuovi dati elaborati dal Tigem di Pozzuoli, sul sequenziamento dei tamponi positivi al Coronavirus sono aggiornati al 21 luglio 2021. Confermano il trend della scorsa settimana che vede l’ex variante indiana ormai predominante nella regione.

Il primo caso di variante Delta in Campania è stato rilevato il 2 maggio scorso. A fine giugno la Delta era arrivata al 30%. Non si tratta di un sequenziamento di tipo diagnostico, ma di sorveglianza sanitaria settimanale aggiuntiva a quella dell’Istituto Superiore di Sanità. Circa il 50% dei genomi del Covid19 in Italia è sequenziato in Campania.

La variante Delta colpisce anche le persone vaccinate contro il Coronavirus. Il virus nei vaccinati, tuttavia, si presenterebbe in maniera asintomatica o pauci sintomatica. Il dato non deve allarmare.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03