Nuovo caso di bullismo nel Salernitano. I genitori: “Vi mostriamo lividi e ferite”

0
239 Visite

Un bambino di 12 anni sarebbe stato offeso e picchiato più volte da suoi coetanei e compagni di classe all’interno e all’esterno di una scuola media. Sul caso, i cui contorni sembrano essere riconducibili ad una storia di bullismo, indagano i carabinieri di Nocera Inferiore dopo la denuncia presentata ieri mattina dalla mamma del piccolo. Gli episodi si sarebbero verificati alla fine dell’anno scorso, nel mese di ottobre, ma anche di recente.

 Il genitore ha spiegato ai carabinieri che il figlio, durante il primo anno di scuola, era stato vittima di atteggiamenti prepotenti da parte di alcuni ragazzi della sua età. Dal secondo anno, le cose sarebbero peggiorate. Il minore sarebbe tornato spesso a casa con qualche livido, oltre alla conferma di essere quotidianamente bersaglio di insulti durante l’intera giornata. Sono tre i ragazzi-studenti finiti nel mirino. Degli episodi fu informata, all’epoca, anche la dirigenza scolastica, ma nulla sarebbe cambiato con il proseguire dei giorni.

I comportamenti dei tre piccoli «bulli» sarebbero cambiati, ma in negativo, a seguito di un rimprovero degli insegnanti. Il ragazzino di 12 anni sarebbe stato infatti oggetto di offese e botte non più all’interno, ma all’esterno della scuola, concluso l’orario di lezione. L’ultimo episodio si sarebbe verificato giovedì scorso, con il ragazzo tornato a casa con un taglio al labbro, risultato di un pugno che avrebbe preso in classe, durante l’ora di lezione, da uno dei tre. Una volta fuori, un altro lo avrebbe afferrato alla gola col braccio, tirandolo a terra e sferrandogli un calcio.

Il Mattino
© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03