Marano, anziano non risponde alle chiamate dei familiari: arrivano i carabinieri. Poi tenta di aggredire la figlia

0
3.296 Visite
Via Merolla, Marano. Un 87enne, con problemi psichiatrici, non rispondeva alla figlia suscitando grande apprensione tra i familiari.  I fatti nella giornata di ieri. I carabinieri, dopo essere entrati all’interno dell’appartamento, grazie all’ausilio di un fabbro, hanno trovato l’uomo che dormiva sul divano. In pochi attimi è scoppiato il caos seguito da momenti di terrore. L’uomo, infatti, ha aggredito la figlia. Il peggio è stato scongiurato soltanto grazie all’intervento dei militari, che hanno fatto da scudo tra padre, armato di cacciavite, e la figlia.
A rendere ancora più pericolosa la situazione il fatto che l’uomo si fosse barricato in casa con ben tre bombole di gas, circostanza che ha fatto scattare subito la macchina dei soccorsi.
Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Stazione di Calvizzano, con una seconda pattuglia, un’ambulanza del 118, un’auto medicalizzata e i vigili del fuoco.
L’87enne è stato trasportato all’Ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli, dove si trova ricoverato nel reparto di psichiatria.
La figlia dell’anziano più volte aveva denunciato le condizioni di pericolo per sé stesso e per gli altri in cui versava il padre, lamentando il mancato intervento degli assistenti sociali del Comune di Marano. L’uomo viveva in condizioni igieniche precarie, non si lavava e in passato aveva aggredito con cacciavite e forbici la figlia, minacciando di far saltare in aria il palazzo con le bombole del gas.
Angelo Covino
© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03