Parte da Napoli ART&more by glo™ il nuovo progetto che promuove l’arte e i suoi protagonisti in una kermesse itinerante per l’Italia

0
107 Visite

Una maestosa opera di 3.300 mq realizzata da 9 street artist in collaborazione con 12 studenti

dell’Accademia Belle Arti di Napoli colorerà il lungomare in via Caracciolo
Fino a mercoledì 21 luglio l’opera sarà esposta al pubblico

glo™, brand di punta di British American Tobacco (BAT) per i prodotti a
tabacco riscaldato, conferma il suo interesse verso il mondo dell’arte e presenta il coloratissimo
progetto ART&more.
ART&more nasce con l’obiettivo di sostenere l’arte in tutte le sue forme, coinvolgendo
professionisti e nuove leve chiamati a realizzare lavori in cui la contaminazione di stili e tecniche
e audaci accostamenti di colori diventano espressioni del singolo artista.
Napoli è stata scelta come tappa inaugurale dell’attività: per l’occasione nove streetartist ben noti
al pubblico partenopeo e nazionale hanno lavorato fianco a fianco con altrettanti studenti
dell’Accademia Belle Arti di Napoli per dar vita a un’ opera d’arte che ricopre ben 3.300 mq del
lungomare cittadino. Unendo e mescolando i propri stili ed i propri linguaggi creativi, il gruppo di
artisti ha realizzato un qualcosa di unico, inaspettato, su una tela eccezionale: la strada. Il
progetto sposa infatti perfettamente la filosofia del brand glo™, “Non rinunciare a niente” ovvero
la possibilità di far coesistere strade apparentemente opposte tra loro, senza compromessi.
Inaugurata ufficialmente venerdì 16 luglio, la magnifica esposizione di via Caracciolo sarà aperta
al pubblico fino a mercoledì 21 luglio e potrà così essere scoperta e ammirata dai cittadini, che
potranno vivere una vera e propria esperienza artistica unica ed emozionante dal vivo.


Nel corso dell’anno il progetto sarà riproposto con declinazioni artistiche diverse in altre città
italiane, portando differenti forme d’arte in giro per l’Italia.
Nell’ottica di supportare concretamente il settore nelle sue variegate espressioni, alla fine
dell’esposizione l’opera sarà digitalizzata, registrata in NFT (non fungible token) e messa
all’asta nel crescente mercato della crypto art. Il ricavato dell’asta sarà poi devoluto
interamente ad associazioni di categoria degli operatori del mondo dell’arte e dello
spettacolo, particolarmente colpiti dall’emergenza sanitaria Covid-19.
A Napoli è stata selezionata l’as
sociazione culturale Nartea, attiva nella promozione culturale e artistica della città.
Fabio de Petris, Consumer Marketing Director SEA di British American Tobacco commenta: “BAT
è oggi impegnata nella realizzazione di “A Better Tomorrow”, un futuro migliore per i consumatori,
per la società e per le comunità in cui opera, attraverso la riduzione del suo impatto ambientale. In
questo quadro, la nostra azienda intende anche esercitare un ruolo proattivo e propositivo nella
transizione post-Covid, facendo proprie le sfide del prossimo futuro e rendendosi parte attiva nella
ripresa del Paese, per contribuire alla costruzione della nuova normalità.
Siamo quindi orgogliosi di aver lanciato ART&more by glo TM , un progetto nazionale per promuovere
l’arte e i suoi protagonisti, perfettamente in linea con la filosofia del brand glo TM “Non rinunciare a
niente”, che non solo ribadisce la vicinanza dell’azienda e di glo TM al mondo dell’arte ma cerca, con
un impegno concreto, di supportare un settore che sta affrontando periodo difficile a causa della
pandemia: ecco perché il ricavato dell’opera esposta in questi giorni a Napoli sarà devoluto
all’associazione culturale Nartea volta a promuovere la cultura e l’arte nella città di Napoli.
Un grazie speciale va alla città di Napoli e ai suoi cittadini per la calorosa accoglienza e
all’Accademia di Belle Arti con i suoi talenti nonchè agli artisti di strada, che hanno contribuito alla
decorazione artistica del lungomare di questa straordinaria città, a beneficio di tutti”.

“La partecipazione al progetto ART&more by glo TM consente ancora una volta all’Accademia di
Belle Arti di Napoli di connettersi al territorio nei contesti culturali e partecipativi di grande impatto
sociale.
Attraverso il lavoro di 9 artisti della nostra Scuola di Pittura, il dire dell’arte si manifesta in un fare
diffuso che riguarda le pratiche dell’arte di strada, creando nuovi sistemi di relazione che
riguardano, in questo caso, l’utilizzo del linguaggio della pittura tra tradizione e sperimentazione”
conclude il prof. Pellegrino Squillante, coordinatore artistico del progetto e dell’Accademia di
Belle Arti.

L’OPERA
Il progetto, coordinato dal Prof. Pellegrino Squillante, ha coinvolto 9 volti famosi dell’arte di strada
contemporanea: Jorit, Shaone, Iabo, Zeus 40, Tres&Yele El Nigro, Cref e Cocchia hanno unito
le loro competenze al talento di 9 studenti dell’Accademia Belle Arti di Napoli per realizzare una
maestosa opera a cielo aperto in cui tecniche, stili e colori si mescolano e convivono in perfetta
armonia.
All’interno dell’installazione emergono temi attuali e omaggi alla città: dagli eroi inconsapevoli di
Cocchia al labirinto di Cref, dal dualismo intrinseco del sé di Zeus40 alla pluralità
dell’individuo di El Nigro, dal confronto su forze sociali contrapposte di Shaone al futuro
della città disegnato negli occhi della Sara di Jorit, dai supereroi che combattono i pregiudizi di
Iabo ai contrasti di ognuno di noi espresse nell’opera di Yele&Tres fino al ruolo della
tecnologia nella socialità di oggi raccontato con il contributo degli studenti.
Hanno preso parte al progetto gli studenti: Federica Amuro, Raimondo Coppola, Ciro Giordano
Orsini, Carlotta Lentini, Pierpaolo Perrone, Silvestro Sannino, Valentino Silvestre, Simone Talpa,
Teresa Vita.

articolo sponsorizzato by glo

© Copyright Redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03