Mancata zona rossa nei comuni lombardi, il Cts propose di chiudere il 3 marzo. Ma il governo nicchiò

0
Foto Filippo Attili/Palazzo Chigi/LaPresse 08-03-2020 Roma, Italia PoliticaIl Presidente del Consiglio Giuseppe Conte in conferenza stampa a Palazzo ChigiDISTRIBUTION FREE OF CHARGE - NOT FOR SALE - Obbligatorio citare la fonte LaPresse/Palazzo Chigi/Filippo Attili
423 Visite

Il Comitato tecnico scientifico il 3 marzo scorso suggerì di applicare misure restrittive ai comuni di Alzano Lombardo e Nembro. Lo si legge nel verbale della riunione, che ieri è stato pubblicato, insieme a tutti gli altri, sul sito della Protezione civile.

“Nel tardo pomeriggio sono giunti all’Istituto superiore di sanità i dati relativi ai comuni di Alzano Lombardo e Nembro, entrambi situati in provincia di Bergamo, che sono poi esaminati dal Comitato tecnico scientifico – si legge nel verbale -. A proposito è stato sentito per via telefonica l’assessore Gallera è il direttore generale Caiazzo della Regione Lombardia che confermano i dati relativi all’aumento nella regione in particolare ai due Comuni sopra menzionati”.

Una storia, questa della mancata istituzione della zona rossa nei due comuni della bergamasca mentre nel resto della regione continuava a crescere il numero dei contagiati e dei morti, finita al centro di polemiche e di una inchiesta della Procura di Bergamo, che ha aperto un fascicolo e già sentito il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte.

Il quale premier sulla sua conoscenza dell’indicazione del Cts, nelle dichiarazioni pubbliche si è contraddetto, facendo riferimento a giorni diversi. Nella conferenza stampa dell’8 agosto scorso ha detto di esserne venuto a conoscenza il 5 marzo, dunque due giorni dopo la riunione del Cts. Ma il 2 aprile, in un’intervista al “Fatto quotidiano”, ricostruendo la vicenda lo stesso Conte aveva detto: “La sera del 3 marzo il Cts propone per la prima volta la possibilità di una zona rossa per i comuni di Alzano Lombardo e Nembro”.

Di qui la domanda: il presidente del Consiglio quando ha saputo della proposta del Cts? La sera stessa in cui gli esperti l’avevano formulata inserendola nel resoconto della seduta o due giorni dopo come ha precisato al “Fatto quotidiano”? Questione non da poco, considerato il dilagare del contagio in Lombardia e il numero dei morti che ha provocato.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03