Marano, non solo i negozi di Polverino junior: la prefettura stoppa anche le attività di Carmine Carputo

0
23.000 Visite

Non solo i negozi di Vincenzo Polverino, ma anche tre attività commerciali che, secondo quanto ricostruito dalla prefettura, sono riconducibili a Carmine Carputo, destinatario nei mesi scorsi di una misura cautelare in carcere. La prefettura, con apposite interdittive antimafia, ha stoppato quindi anche le seguenti attività, che nelle prossime ore avranno l’obbligo di chiudere i battenti per effetto delle ordinanze comunali.

Si tratta del caseificio La Rotonda srl, con sede in via Migliaccio a Marano; della impresa individuale Carputo Carmine, con sede legale in via San Rocco a Marano; e della società Antony Superstore-Supermercato Sigma Carputo, con sede legale in via Ripuaria, a Giugliano.

Sono numerose le attività commerciali chiuse a Marano nelle ultime settimane. Un’economia che, secondo gli inquirenti e i funzionari prefettizi, vicina o quanto meno contigua ad ambienti malavitosi. I provvedimenti potranno essere impugnati in sede di Tar.

 

© Copyright Fernando Bocchetti, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03