Marano, i ragazzini in strada fuori controllo. La lettera-appello di una mamma. “I vostri figli sono i vostri frutti”

0
4.148 Visite

Gentile direttore, ho letto l’ultimo articolo di denuncia di ragazzini fuori controllo. Le forze dell’ordine vengono allertate regolarmente e stanno venendo tutti i pomeriggi, ma ci hanno comunicato che c’e bisogno di una richiesta scritta “con più voci” affinché si possa valutare un presidio fisso. Questo è ciò che ho scritto e che ho inviato alla redazione.

Cari concittadini, ma i figli in casa vi danno fastidio? E tenit e’ cchiù? No, vi spiego, non sia mai vada ad urtare la suscettibilità di quei genitori che “mio figlio va a camminare un poco con l’amichetto ” oppure “ma chill hann’ascì, pecchè stann traumatizzat” o ancora “non per dire mia figlia esce dalle 18 alle 20, tiene la media del 10 con la lode e bacio del bidello (o collaboratore scolastico che è più chic) e si deve svagare”. Avete ragione, tutti.

Ma volevo illuminarvi (ove mai non lo sapeste) che la Vostra prole si agglomera (o assembra) in grupponi senza mascherina, né distanziamento sociale sotto i balconi della gente (sempre, non solo ora ai tempi del Covid) con la variante che ora sono “incattiviti” dalla reclusione, come tutti, del resto.

I vostri figli fumano (non solo sigarette) dietro i vicoletti del corso principale. I vs figli sono anche quelli che richiamati educatamente da una signora anziana affacciatasi al balcone, invitano la stessa ad una fellatio (volete ve lo scriva volgarmente o ve lo googlate da soli?).

I Vostri figli sono i vostri frutti. Ed i frutti NON CADONO MAI LONTANO DAL PROPRIO ALBERO. I Carabinieri sono stati allertati e se vorranno materiale glielo fornirò. Non sui social perché potrebbero subire “l’odio mediatico”,quello che loro stessi però esercitano nei confronti di una donna che li richiama dal balcone. Quello che loro incitano sfidando,con le mani dietro alla schiena ed il petto in fuori, i carabinieri che li redarguiscono ed invitano ad andare a casa. Non sono cresciuta in un convento, sia chiaro. Ma i miei genitori l’educazione ed il rispetto me l’hanno insegnata e sapevo da sola cosa non fare. Il problema siete voi genitori perché probabilmente siete quelli che parcheggiano sulle discese per disabili o sulle strisce. Siete quelli che non alzano la cacca dei vostri cani. Siete quelli che durante la quarantena sono andati a fare la spesa tutti i giorni. Siete il marcio che si trasmette dall’albero ai propri frutti.

Lettera firmata

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti