Gli affari degli Orlando tra la Toscana e Marano: un agriturismo e la Idealcart per rifornire i commercianti

0
3235

La Idealcart, l’azienda sequestrata stamani ad Angelo Orlando (anche se formalmente intestata alla nipote), riforniva di packaging e imballaggi numerosi esercizi commerciali di Marano. A rilevarlo i magistrati inquirenti e i finanzieri di Grosseto, che da qualche tenevano d’occhio gli investimenti immobiliari di Angelo Orlando e dei suoi familiari, per la Dda intestatari fittizi di beni, nella Maremma Toscana.

Un gioco di scatole cinesi, quello svelato dalle Fiamme Gialle, che vede coinvolte diverse persone di Marano, alcune delle quali indagate dalla Procura. Due poderi, acquistati da una società, la Gros immobiliare srl, erano stati rilevati in provincia di Grosseto e un’altra società, la Grosso immobiliare srl, li aveva poi convertiti in agriturismo: la Tenuta Di Maro.

Idealcart, invece, operava a Marano nella stessa sede della Lenny Sas, confiscata diversi anni fa ad Antonio Orlando, fratello di Angelo, primula rossa e capo dell’organizzazione criminale di Marano, e a Luigi Esposito, alias ‘o Celeste, mente finanziaria del clan Nuvoletta, da qualche tempo tornato in libertà.

© Copyright Fernando Bocchetti, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
Condividi il tuo voto!


Dopo aver letto questo articolo mi sento...
  • Affascinato
  • Felice
  • Triste
  • Arrabbiato
  • Annoiato
  • Impaurito

Commenti