Governo, arriva l’aut aut di Meloni: “Con Ue e Nato, chi non è d’accordo resterà fuori”. E Berlusconi chiarisce: “Atlantismo non in discussione”

0
1.031 Visite

Con le consultazioni al Quirinale ormai alle porte, e la squadra di governo da chiudere il prima possibile, restare in silenzio davanti alle nuove parole di Silvio Berlusconi sulla guerra in Ucraina non era più possibile. Così, lontana dai riflettori di Montecitorio e via della Scrofa per un giorno, Giorgia Meloni a sera detta la linea con una nota che contiene un chiaro aut aut agli alleati. “Su una cosa sono stata, sono, e sarò sempre chiara – scrive la premier in pectore -. Intendo guidare un governo con una linea di politica estera chiara e inequivocabile. L’Italia è a pieno titolo, e a testa alta, parte dell’Europa e dell’Alleanza atlantica”. “Chi non fosse d’accordo con questo caposaldo – sottolinea con fermezza la leader di Fratelli d’Italia – non potrà far parte del governo, a costo di non fare il governo”. Nessun piano B, insomma. E questo perché “l’Italia con noi al governo non sarà mai l’anello debole dell’Occidente, la nazione inaffidabile tanto cara a molti nostri detrattori. Rilancerà la sua credibilità e difenderà così i suoi interessi”. Meloni va dritta al punto affermando che “su questo chiederò chiarezza a tutti i ministri di un eventuale governo. La prima regola di un governo politico che ha un forte mandato dagli italiani è rispettare il programma che i cittadini hanno votato”.

A stretto giro, però, ecco giungere anche la nota del leader di Forza Italia in cui rivendica il fatto che “in 28 anni di vita politica la scelta atlantica, l’europeismo, il riferimento costante all’Occidente come sistema di valori e di alleanze fra Paesi liberi e democratici sono stati alla base del mio impegno di leader politico e di uomo di governo”. “Nessuno, sottolineo nessuno, può permettersi di mettere in discussione questo”, aggiunge il Cav, spiegando che la sua posizione personale e quella di Forza Italia “non si discostano da quella del Governo Italiano, dell’Unione Europea, dell’Alleanza Atlantica né sulla crisi Ucraina, né sugli altri grandi temi della politica internazionale”. “Alla pace – conclude – non si potrà giungere se i diritti dell’Ucraina non saranno adeguatamente tutelati”.

 

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti