Ucraina, le vittime della guerra. Zelensky: “Sedici bimbi in 4 giorni”

0
902 Visite

Il numero di civili uccisi durante l’invasione russa dell’Ucraina aumenta di giorno in giorno. Lunedì mattina il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha riferito di «16 bimbi morti in quattro giorni e 45 rimasti feriti». Secondo le Nazioni Unite «sono almeno 102 i civili, tra cui sette bambini, rimasti uccisi da giovedì», giorno dell’inizio dell’invasione russa. «mentre i feriti sono 304», chiarendo che il bilancio reale delle vittime potrebbe essere molto più alto. «La maggior parte di questi civili è stata uccisa da armi esplosive ad ampio raggio, tra cui il fuoco di artiglieria pesante, lanciarazzi e raid aerei. I numeri effettivi sono, temo, considerevolmente più alti», ha affermato l’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani, Michelle Bachelet, all’apertura del Consiglio dei diritti umani a Ginevra. Domenica sera, il ministero della Salute di Kiev aveva parlato di oltre 1.600 feriti e almeno 352 vittime ucraine, la maggior parte delle quali ancora senza nome.

Tra loro Alisa Hlans, che tra tre mesi avrebbe compiuto otto anni. La piccola è morta nell’attacco all’asilo di Okhtyrka, colpito da un razzo contenente bombe a grappolo venerdì scorso, nel secondo giorno dell’invasione (le bombe a grappolo — ricorda Amnesty International — sono proibite dall’omonima convenzione delle Nazioni Unite del 2008, alla quale né Russia né Ucraina hanno aderito). Gravemente ferita insieme ad altre persone, la bimba è stata portata in ospedale dove è morta sabato, come riferito dalla procuratrice generale dell’Ucraina, Irina Venediktova, con un messaggio su Facebook, accompagnato da un invito: «Abbiamo bisogno di pace»

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti