Salis libera, Toti ancora ai domiciliari. Il punto di vista di Sansonetti

0
703 Visite

Iaria Salis è stata liberata dalla magistratura ungherese. Per Giovanni Toti invece, sempre ieri, la magistratura italiana ha deciso di tenerlo ancora prigioniero. C’è un atto ufficiale del Gip che afferma che esistono ottime ragioni per non liberarlo: è quasi certo che Toti avesse organizzato una cena elettorale in vista delle elezioni europee e non si esclude affatto che, se libero, ne potrebbe organizzare altre di qui alle elezioni regionali dell’anno prossimo. Quindi scatta il rischio di reiterazione del reato: cena illecita, o concorso esterno in cena illecita. Per fortuna sembra che solo loro abbiano questa idea di reato.

Perché se invece l’idea dilagasse, ci troveremmo in pochi giorni di fronte alla necessità di ospitare in carcere 20 o 30 mila politici di un po’ di tutti i partiti. Quindi l’Italia è un paese più autoritario e giustizialista dellUngheria? Non so rispondere a questa domanda. Le condizioni della detenzione di Ilaria Salis, in Ungheria, forse erano persino peggiori delle condizioni infami nelle quali vivono migliaia di prigionieri in Italia. E la durata della carcerazione di Ilaria è stata veramente qualcosa che sfiora la follia. Però l’ordinanza della Gip che conferma la detenzione di Toti fa capire che i magistrati genovesi vogliono strappare il trofeo agli ungheresi.

Fonte L’Unità

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti